Versione desktop / mobile

Vallebona 1778, il Priore dell'Oratorio sposta il banco delle Prioresse

Vallebona 1778, il Priore dell'Oratorio sposta il banco delle Prioresse

Dal giornalino Parrocchiale di Vallebona "Il nostro mondo":
Come da antica usanza, nell’Oratorio vecchio (ubi-cato dove oggi esiste il parcheggio ed i locali della cooperativa Vallefiorita) il banco riservato alle Prioresse era collocato dal lato destro in fondo, vicino alla porta.
Questa tradizione, durata secoli, viene interrotta verso la metà degli anni 1770 dal Priore pro tempore, Marco Antonio Guglielmi fu Luca, il quale ha voluto spostare quel banco, collocandolo nel punto riservato al Popolo.
I documenti non riportano la motivazione per la quale ha compiuto quel gesto, ma tutto fa pensare che le due prioresse, accomodate nel loro banco, già all’epoca pregavano poco ma parlavano molto di uno o dell’altro, “i tagliava i capoti”, mentre le rigide regole, emanate dal Cardinale Carlo Borromeo, già riportate nel libro “Vallebona attraverso i secoli”, per il Priore e per i confratelli, imponevano un comporta-mento “da santo” poiché così dettavano,
- Capitolo primo:
“Dovendo i Fratelli di questa Confraternita esser vivi membri di Cristo, e come figliuoli di luce produrre frutti di luce sì che, vedute le loro buone opere, sia glori-ficato il Celeste Padre…
- Capitolo quinto:
…entrando nell’Oratorio si dica Pax Vobis e, presa l’acqua Santa, inginocchiandosi nel mezzo e detto il Pater, se n’anderà, con modestia al suo luogo…
- Capitolo ottavo:
Essendo il digiuno e la disciplina come due freni, con i quali si sbassa la superbia della vita e si mortifica la vivezza della sensualità, sì che la carne con umile soggezione si rende obbediente allo Spirito…”
Ed in base a queste regole, forse, per quel Priore, il comportamento di quelle prioresse non era consono alla carica avuta, e quindi ha ritenuto opportuno che il loro posto fosse in mezzo al Popolo.
Questa presa di posizione in Vallebona chissà quante chiacchere avrà suscitato, e come conseguenza, chissà negli anni seguenti quante donne avranno rifiutato quella carica così chiacchierata.
Nell’anno 1778 è Priore dell’Oratorio, Marco Antonio Guglielmi fu Ludovico, egli, per placare gli animi, si reca a Sanremo dal signor Governatore, chiedendo un’ordinanza per spostare il banco delle prioresse e riportarlo nella sua antica posizione.
Il Priore ottenuta l’approvazione dall’autorità, il giorno primo febbraio di quell’anno, davanti al notaio e a due testimoni di fama, fa trascrivere quell’ordinanza, e con quelle poche righe il banco delle prioresse ritorna al suo antico posto, ubicato dal lato destro dello stabile in fondo, vicino alla porta, ed i mugugni si sono placati.
Ma quel banco, come tutti gli altri arredi all’interno dell’Oratorio vecchio, hanno servito ancora solo per pochi anni, poiché già nel 1782 nell’Oratorio nuovo, quello esistente ancora oggi, seppur non ultimato, il buon Rettore, don Paolo Rossi, vi ha celebrato la prima messa.

Giuliano Magoni Rossi
20 agosto 2015



> Scarica questa News in versione .pdf



Galleria fotografica


<< Torna indietro


- Condividi

OKNOtizie Diggita Segnalo Fai.Informazione Digg Technorati Reddit Windows Live Rss Feed