Versione desktop / mobile

RACCONTO SU BORDIGHERA: VILLA REGINA TRA IL PASSATO E IL FUTURO

Statistiche
     
 

 

VILLA REGINA, TRA IL PASSATO E IL FUTURO

 

La Regina Margherita, che venne a Bordighera per la prima volta  a settembre nel 1879,  s'innamorò della nostra cittadina,  così decise di trascorrere qui il periodo dell'inverno  e della primavera per ritemprare la sua salute. Ella soggiornò per alcuni anni in Cap Hotel ma il suo desiderio era quello di possedere una villa in Bordighera per poter ammirare il mare dalla sua camera. Questa divenne una realtà nel 1916 quando la villa fu terminata, per opera dell'Ingegner Angelo Giovanelli su progetto dell'Architetto L. Broggi, S.M. la Regina Margherita di Savoia la occupò il 25 febbraio dello stesso anno.  La casa  si rivelò una dimora piacevole per Sua Maestà. Lo stile era barocchino del '700, nell'atrio, che ci conduce alle sale del primo piano, si trova un etagère in legno laccato e dorato, due fioriere laccate e dorate, due vasi in terracotta smaltata color verde stile Liberty. In una alcova si trova la cappella privata, in essa sull'altare vi è un dipinto olio su tela del '600 che raffigura Cristo sulla croce. La Regina Margherita amava tutte le arti, ma in particolare la lettura.  Fece perciò costruire lo studio, la biblioteca con una grande libreria ricca di opere di ogni epoca. Fra i suoi estimatori ci fu Pompeo Mariani, famoso pittore che fece il ritratto a Sua Maestà, vero capolavoro. Ritornando alla villa, aggiungiamo che essa è dotata inoltre  di una sala d'attesa, di una sala ricevimenti, di un grande androne con scala in marmo che porta ai piani superiori dove è  situato l'appartamento della Regina. Altre stanze troviamo prima di arrivare al piano superiore ed ultimo, dove ci possiamo affacciare alla grande terrazza per ammirare lo stupendo azzurro mare di Bordighera.  Nel 1929 dopo la morte della Regina Margherita il Re Vittorio Emanuele III° donò la villa all'associazione nazionale famiglie dei Caduti e  Dispersi in guerra e da allora la proprietà fu utilizzata come pensione riservata a genitori e vedove di Caduti.  Nell'anno 2009 la villa è stata acquistata dalla Provincia di Imperia, dal Comune di Bordighera e dalla Regione Liguria ed il giorno 11 ottobre 2008 è nata la Fondazione Terruzzi-Villa Regina e  in un prossimo futuro verrà ristrutturata per diventare un museo, un punto positivo per promuovere lo sviluppo turistico-culturale per la nostra città e la provincia  di Imperia.

MARIAGRAZIA BUGNELLA