Versione desktop / mobile

Tappa a Bordighera del kayakista Georges Alexandre

Tappa a Bordighera del kayakista Georges Alexandre

Il kayakista franco-canadese Georges Alexandre, partito dalla Tunisia con il suo kayak da mare e diretto a Bruxelles, un percorso di 3200 kilometri  con le sole pagaie, ha sostato ieri, nella nostra cittadina ospite del Club Nautico Bordighera.
Durante il suo lungo raid  ha raggiunto le isole di Lampedusa, Linosa e Malta dove ha dato inizio ad una serie di inchieste relative all’immigrazione ed accertandone le vere problematiche come osservatore del gruppo per la difesa dei diritti umani “EveryOne”.
Costeggiando poi la parte orientale della sicilia ha pagaiato lungo la costa italiana percorrendo tutto il mar Tirreno ed il mar Ligure fino al suo arrivo, ieri mattina, al porticciolo della nostra cittadina.
Dalla sua partenza, durante il percorso è stato accolto da vari personaggi politici come il Presidente di Malta Georges Abela ed il Senatore G. Santini a Roma.
Questa mmattina, di buon’ora, è partito per la Costa Azzurra, per raggiungere Marsiglia e da lì attraverserà la Francia risalendo il Rodano, l’affluente Saône e navigando per i vari canali fino a Bruxelles dove presenterà al Parlamento Europeo la sua petizione composta dai risultati delle inchieste ed una interpellanza alla Comunità Europea a proposito del tragico costo umano e finanziario di una certa immagine di “Terra Promessa” data dall’occidente.
L'obbiettivo é di chiedere una riforma delle leggi europee in termini di immigrazione e di domande d'Asilo.
Una delle soluzione proposte é la creazione di un' organizzazione di gestione dell'immigrazione (OGIDA) e per un miglior controllo dei fondi europei sprecati tutti questi anni.

Mauro Sudi
14 settembre 2013



> Scarica questa News in versione .pdf



Galleria fotografica


<< Torna indietro


- Condividi

OKNOtizie Diggita Segnalo Fai.Informazione Digg Technorati Reddit Windows Live Rss Feed