Versione desktop / mobile

POESIA SU BORDIGHERA: SANREMO E BORDIGHERA

Statistiche
     
 

SANREMO  E  BORDIGHERA

 
     
     
 

C'è lì a Sanremo uno speculatore

che per frega quatrini a le persone

aperse un gran locale al Dio Mammone

e daje, daje, diventò signore.

A la sorella che patì er furore 

de li siluri, bombe e der cannone, 

nun ce pensa, la lassa in un cantone 

che si la vedi te fa male er core.

Sta perla che si chiama Bordighera

se lamenta accorata, poverella,

come l'onda che mormora la sera

che je resta de fa? Ridotta a l'osso

si quello nun l'aiuta, s'aribbella

e allora, fijo mio, t'aja ch'è rosso! .   

FILIPPO TARTUFARI