Versione desktop / mobile

Polizia Frontiera: arrestati al confine due stranieri ricercati

Polizia Frontiera: arrestati al confine due stranieri ricercati

“Non abbassare mai la guardia” questo il motto assunto del personale della Polizia di Frontiera di Ventimiglia, diretto dal dr. Martino Santacroce, soprattutto per quanto riguarda la ricerca di latitanti, il falso documentale (oggi più che mai attenzionato dalla Polizia) e la lotta all’immigrazione clandestina.
Ecco dunque che nella sola notte di domenica le camere di sicurezza del Settore hanno ospitato due persone, tratte in arresto nell’arco di poche ore l’una dall’altra.
I servizi lungo tutta la linea confinaria, mirati e intensificati secondo le linee guida disposte dal dirigente Santacroce su input del Questore di Imperia e del Direttore la 1 Zona di Torino, hanno consentito il controllo capillare di numerosissimi veicoli e autobus di linea provenienti da e per la Francia.
Proprio su due autobus di linea “Eurolines”, il primo proveniente da Roma e diretto a Madrid ed il secondo da Torino e diretto a Barcellona, sono stati individuati gli stranieri tratti in arresto solo a seguito di lunghi e minuziosi controlli in Banca Dati e rilievi foto dattiloscopici attraverso il sistema AFIS e l’analisi di decine di documenti di identità.
Il primo straniero, F. I, rumeno di 37 anni, con numerosi precedenti penali per reati contro il patrimonio. L’uomo, che si apprestava a lasciare l’Italia nel cuore della notte, esibiva agli Agenti della Frontiera una carta d’identità romena apparentemente rilasciata da quelle Autorità con generalità diverse dalle sue. Il documento, seppur di ottima fattura, non convinceva totalmente gli Operatori di Polizia, che decidevano di farlo scendere dal pullman e portarlo in Ufficio per proseguire gli accertamenti sul suo contro. Solo attraverso l’esame del documento, mediante apposita attrezzatura in dotazione all’Ufficio, scoprivano che il documento risultava contraffatto. Veniva pertanto sottoposto ai rilievi foto dattiloscopici che permettevano di risalire alle vere generalità.
Veniva altresì scoperto che lo straniero, sotto altro nominativo, risultava già noto alle Forze di Polizia per numerosi furti in appartamento, detenzione di oggetti atti allo scasso, detenzione armi e ricettazione, reati commessi in diverse città italiane.
Il secondo arresto è avvenuto qualche ora dopo: Ivoha Blessing, un nigeriano di 41 anni titolare di un permesso di soggiorno spagnolo e passaporto nigeriano, è stato controllato all’atto di varcare il confine verso la Francia. Solo l’approfondimento dei controlli ha permesso di scoprire che lo stesso, sotto differente nome, risultava colpito da ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Torino per il reato di falsità materiale.
Al termine dunque delle formalità di rito, entrambi gli stranieri sono stati tratti in arresto e condotti, rispettivamente, presso le Carceri di Imperia e Sanremo.

La Redazione
27 settembre 2016

> Scarica questa News in versione .pdf



Galleria fotografica


<< Torna indietro


- Condividi

OKNOtizie Diggita Segnalo Fai.Informazione Digg Technorati Reddit Windows Live Rss Feed