Versione desktop / mobile

POESIA SU BORDIGHERA: MADONNA DELLA NEVE

Statistiche
     
 

MADONNA DELLA NEVE

 
 

La vallata del Sasso è tutta in collina

e "lei" è lì come una regina.

Aspetta con pazienza i tre milanesi

che la lasciano sola per tanti mesi.

Per ora non posso che sognare

e questi versetti a "lei" dedicare.

Il nome più adatto è "casa ginestra":

se ne ammirano tante dalla finestra!

E' bianca, rude, squadrata

ed è per questo che da me è amata.

Col terrazzo bordeaux e la verde persiana

si formano i colori della bandiera italiana.

Il sole la bacia dal mattino alla sera;

il profumo è di iodio del mare di Bordighera.

La quercia vicino con molti uccellini

è sicuro riparo per gatto e gattini.

Un mandorlo in fiore un poco più in là

si fà compagnia con oleandri e lillà.

Su quel mio terreno che sembra un giardino

sorride felice un fiorito susino.

Che frutti gustosi dà il fico giù in fondo!

Le cento ginestre lì fan girotondo.

Riviera mia cara dai molti colori

io guardo stupita i tuoi bei fiori!

Ortensie, gerani, lavanda, mimose

margherite, bouganvilles, garofani e rose.

E a fianco di quel bel fiorito limone?

Raccolgo verdura per un minestrone.

Se voglio un contorno discendo i gradini:

pomodori, insalata, zucchine, fagiolini.

Sul dondolo ammiro il mare lontano,

per tenda ho la vite che tocco con mano.

Poi volgo lo sguardo di qua e di là:

Monte Nero, Caggio e alberi in quantità.

Palmeto, oliveto, pineta e vigna:

ma quanto bel verde su questa collina!

E quando al tramonto il sole s'en va

son mille i colori che il pittore non fa.

Or scende la notte...è pronto l'incanto:

lì spunta la luna col suo argenteo manto.

Un fascino strano fa il cuor palpitare

ed ecco le stelle brillare, brillare...

Di magica luce s'illumina il cielo:

grazie o mio Dio per questo mistero!

Un poco più avanti dalla mia casetta

la "Madonna della Neve" è nella chiesetta.

Questa località porta il Suo nome

e prego affinchè Lei ci doni sempre protezione.
 

ENRICA SCIANDRA