Versione desktop / mobile

Lettrice chiede ai Bordigotti un'unità d'intenti

Lettrice chiede ai Bordigotti un'unità d'intenti

Egregio Direttore, ho appena postato una lettera sul giornale on line di Casale Monferrato, città da cui provengo e che mi sta molto a cuore.
I problemi di Casale, un tempo seconda città del Piemonte, Capitale del Monferrato, ricca di storia e monumenti, sono molteplici e, in parte, assimilabili a quelli Bordighera. Entrambe stanno vivendo una decadenza inarrestabile. E non solo per colpa delle varie Amministrazioni, le quali, si sa, hanno vincoli partitici oltre che limiti burocratici e personali. Ma soprattutto a causa dell'indifferenza dei cittadini che, in tempo di vacche grasse curano solo i propri interessi e in tempo di crisi si leccano le ferite, senza capire che solo con la partecipazione e l'impegno di tutti si possono superare le difficoltà.
La decadenza di un territorio si ripercuote su tutta l'economia, sui valori immobiliari, sui servizi e sul benessere dei cittadini.
Questo non è solo uno sfogo, ma un invito ai Bordigotti a trovare un'unità d'intenti, almeno su poche questioni fondamentali, lasciando da parte i dettagli che dividono, gli interessi e le ambizione personali.
Grazie.
Nadia Mai.

La Redazione
4 settembre 2015

> Scarica questa News in versione .pdf




<< Torna indietro


- Condividi

OKNOtizie Diggita Segnalo Fai.Informazione Digg Technorati Reddit Windows Live Rss Feed