Versione desktop / mobile

In risposta all'Assessore Maccario: precisazioni utili per il futuro di Bordighera

In risposta all'Assessore Maccario: precisazioni utili per il futuro di Bordighera

La filippica dell’Assessore Maccario contro Bordighera in Comune al Consiglio Comunale del 25 Ottobre 2016, pubblicata il 26 Ottobre, rende manifesto che l’Amministrazione è incapace non solo di programmazione creativa basata su una visione per il futuro, ma anche di assumersi responsabilità e di comunicare con accuratezza.
Riteniamo dovute ai cittadini le seguenti precisazioni:
1. L’assessore Maccario fornisce a difesa della capacità programmatica dell’Amministrazione un elenco di interventi scollegati tra loro, molti di manutenzione obbligatoria per la città e di messa in sicurezza. E’ chiaro che l’Assessore persiste nel non capire la differenza tra Obiettivi Strategici di Governo e Lavori Pubblici (o addirittura manutenzioni). Un grande peccato per l’Amministrazione che gli ha affidato la presidenza della Commissione per la Programmazione. Commissione che in 3 anni e mezzo ci ha presentato la visione “contabile” della citta’ senza mai aprirsi alla dialettica su obiettivi/scelte/priorita’. Abbiamo sollecitato tali attivita’ attraverso Mozioni, bocciate dalla maggioranza.
2. Il Sindaco Pallanca, che è anche Assessore al Turismo, ha confermato con il suo intervento in Consiglio Comunale l’esiguità di azione per le attivita’ produttive durante i 3 anni e mezzo di mandato. Il meglio che ha potuto citare sono stati l’acquisizione di un finanziamento per la pista ciclabile accodandosi a un progetto di altri, senza alcun confronto con le minoranze nelle commissioni consiliari; l’affidarsi (due settimane fa!) alla molto discussa introduzione di una tassa di soggiorno per finalmente organizzare un Ufficio Turismo professionale (che chiediamo da anni), paradossalmente dopo aver annullato attività di tipo alberghiero che potrebbero alimentare questa tassa (una per tutte, la trasformazione definitiva dell'Angst in seconde case); e in ultimo lo stallo del progetto per la valorizzazione di Montenero.
3. Gli Amministratori rifuggono sistematicamente dall’assumersi responsabilita’. In particolare di fronte ai cumuli di rifiuti abbandonati della scorsa estate, la segnalazione di Bordighera in Comune all’ASL fu necessaria perche’ l’Amministrazione finalmente si attivasse per rimediare – purtroppo in modo parziale e sempre indecoroso - al rischio sanitario mai smentito dagli organi competenti ed evidente a tutti i cittadini. Esclusivamente i giornali diffusero la notizia di Emergenza Sanitaria, non Bordighera in Comune.
4. Quanto al Tavolo Tecnico ASL e Medici sulla Sanita’ nel distretto di Ventimiglia cui uno di noi partecipo’, il rapport finale con 7 raccomandazioni operative fu consegnato al neo-eletto Assessore Regionale alla Sanita’, Sonia Viale. Forse l’Assessore se ne sta servendo, ma non e’ dato per ora sapere. D’altronde, nemmeno i reboanti proclami e i dictat di Progetto Bordighera approvati in Consiglio Comunale hanno avuto palese successo, nonostante la millantata posizione di forza, derivante dalla proprietà comunale del S. Charles.
5. Infine, in palese contrasto con quanto affermato – e forse auspicato - dall’assessore Maccario, il Gruppo Consiliare di Bordighera in Comune e’ vivo e attivo. Quando l’Assessore Maccario scrive che il gruppo di Bordighera in Comune e’ stato sciolto, afferma cio’ che non e’, e tendenziosamente diffama il gruppo consiliare di minoranza, strumentalizzando informazioni tratte da titoli fuorvianti di articoli di giornale. La chiusura dell'associazione culturale “PER Bordighera in Comune”, autonoma e indipendente rispetto al gruppo consiliare e in cui i consiglieri comunali non potevano avere cariche, fu una chiusura "tecnica" legata al vuoto creato nel direttivo dell'associazione dalle corrette dimissioni del suo presidente per conflitto d'interessi con sopravvenuti incarichi politici. Tant'è che sulla chiusura dell’associazione i consiglieri non furono neppure intervistati dagli organi di stampa che pubblicarono gli articoli su cui si basa l'Assessore per le sue dichiarazioni.
Ci fa piacere rassicurare gli Amministratori e i cittadini che la nostra presenza ed azione in Consiglio Comunale sono legittime; e che il gruppo consiliare continua ad essere supportato dal lavoro di numerose persone che fanno parte della società civile e sono sensibili al destino della città - professionisti e consulenti che mettono a disposizione le proprie competenze per il bene comune.
Bordighera in Comune risponde agli attacchi rafforzando il suo impegno per un futuro diverso, e invita discorso e confronto proprio con coloro che riescono ancora a sognare per Bordighera.
Mara Lorenzi e Luca De Vincenzi per Bordighera in Comune.

La Redazione
27 ottobre 2016

> Scarica questa News in versione .pdf



Galleria fotografica


<< Torna indietro


- Condividi

OKNOtizie Diggita Segnalo Fai.Informazione Digg Technorati Reddit Windows Live Rss Feed