Versione desktop / mobile

Gli Under 13 Elite della R.Na.Bordighera cedono in casa contro il PGS Canaletto

Gli Under 13 Elite della R.Na.Bordighera cedono in casa contro il PGS Canaletto

Quella di ieri, sabato 29 ottobre, è di fatto la prima sconfitta di sempre in una gara ufficiale di campionato contro una pari età per i 2004 della Ranabo. Per chi ha cuore la crescita di un gruppo competitivo come questo, va aggiunto un "ben venga!", senza alcun dubbio.
Il risultato roboante del primo turno di questo team avversario si danni del Chiavari nello scorso weekend la diceva già lunga. Il Canaletto, squadra che lo scorso anno ha mancato le finali Esordienti si è rinforzata ulteriormente aggiungendo al roster già ricco di talento, alcuni atleti del UISP Spezia, il team che abbiamo affrontato e sconfitto nelle semifinali di Giugno. Prestanza fisica e doti tecniche ne fanno sicuramente una protagonista di questo campionato. Dal canto nostro, affrontiamo la gara dovendo ancora una volta annoverare tre assenze di quelle importanti ma va specificato che il referto giallo è esclusivamente frutto di demeriti nostri nei 40 minuti.
Avvio semplicemente da incubo per i padroni di casa. Il 9 a 0 firmato Canaletto la dice tutta. Gli ospiti hanno un approccio alla gara fatto di tatticismi che hanno poco a che fare con l'età anagrafica degli atleti in campo. Trappole a metà campo, raddoppi sui nostri giocatori più prolifici fino a scomodare qualche blocco ed una difesa decisamente conservativa dell'area pitturata. Sono assolutamente scelte personali, ben venga per la crescita dei nostri ragazzi imparare nuove situazioni di gara. Non e invece accettabile l'atteggiamento arrendevole per quasi 18 minuti iniziale da parte dei nostri. Il primo quarto finisce 19 a 8 per gli ospiti mentre il 13 a 12 della seconda frazione di gioco é esclusivamente il frutto degli ultimi due minuti prima della pausa lunga dove ci si desta dal torpore. Nonostante tutto, due i campanelli di allarme: i punti arrivano da assoli del duo Bettonagli e Iamundo e ciliegina sulla torta, a pochi minuti dalla seconda sirena, quest'ultimo abbandona momentaneamente il campo per un infortunio alla caviglia. Si va negli spogliatoi con un 31 a 21 da recuperare.
Nella ripresa l'atteggiamento dei nostri cambia, si arriva ad un meno due che sarebbe potuto giungere ad un pareggio se un canestro nostro non fosse stato annullato da...un fischio di chi stava facendo il referto. Fatto piuttosto assurdo. L'atmosfera si scalda e viene bersagliato l'arbitro che ha dovuto da solo (dal momento che la federazione non si preoccupa di fornire ufficiali di campo in queste categorie) gestire un match sicuramente difficile. Si registrano episodi inqualificabili dalle tribune ad ogni suo fischio. Quando un giocatore chiamato a tirare un libero pesta o supera la linea, l'arbitro deve annullare il libero segnato. Ringraziamo la cultura sportiva dei nostri genitori e stendiamo un velo pietoso su quella dei nostri ospiti.
Dal match punto a punto si arriva all'episodio chiave: La caviglia di Iamundo riceve un secondo infortunio ed è costretto a raggiungere la panchina sorretto dall'allenatore. Gli ospiti a questo punto ne approfittano e tentano un primo allungo. Il capitano non ci sta e prova a rientrare ma le sue condizioni sono incompatibili con una rimonta. Negli ultimi minuti arriva il quinto fallo per diversi atleti da ambo i lati, compreso quello di Bettonagli. Gli ospiti chiudono il quarto con un 17 a 7 a loro vantaggio e si cede per la prima volta il campo casalingo per 58 a 46 con merito al Canaletto.
"Cito le parole a fine gara del mio assistente di lusso, coach Marco Di Stefano." - commenta a caldo Gabriele Alessio - "Questa sera ci è sicuramente servita di più una sconfitta piuttosto che una immeritata vittoria al fotofinish. Da rivedere l'approccio dei ragazzi a delle gare di questo livello. Anche il 4 su 29 ai liberi di squadra é una brutta fotografia su quello che sarebbe potuto essere il match con un semplice 50% dalla linea della carità. Medie di lusso per i bravissimi tiratori spezzini".
- Ranabo - PGS Canaletto 46 - 58 (parziali: 8-19 - 21-31 - 34-41).
Ranabo: Iamundo 19, Pallanca 4, Bettonagli 14, Torrieri, Pellegrino, Cossu, Conte, Gargano, Bruno 2, Cirillo 2, Mancuso 3, Galluccio 2. Allenatore Gabriele Alessio. Assistente: Marco Di Stefano.

La Redazione
30 ottobre 2016

> Scarica questa News in versione .pdf



Galleria fotografica


<< Torna indietro


- Condividi

OKNOtizie Diggita Segnalo Fai.Informazione Digg Technorati Reddit Windows Live Rss Feed