Versione desktop / mobile

Consiglio Comunale: ''Tutto un mondo di rifiuti''

Consiglio Comunale: ''Tutto un mondo di rifiuti''

Hanno provato dall’opposizione ad incenerire l’Assessora (attenzione, la Crusca ha stabilito il femminile), ma il risultato è stato solo qualche sparucchetto che non ha incendiato la Vittima Sacrificale meno che mai scaldato i molti spettatori da cui è scaturito più di uno sbadiglio.
Luca De Vincenzi ha esordito in maniera autoreferenziale ringraziando la collega Mara Lorenzi per il sacrificio “mica da poco” di venire apposta da Boston per questo Consiglio monotematico che l’intera opposizione ha fortemente voluto. Curioso anche il ringraziamento formulato al Consigliere dell’altra parte Giovanni Ramoino, per aver sollevato un problema relativo appunto ai rifiuti.
Nel suo intervento finale il Sindaco, nell’intendo di banalizzare l’elogio bostoniano, è scivolato su una buccia di banana centro americana, circa una assenza poi non risultata tale, ed ha dovuto cospargersi la testa di cenere e chiedere scusa. E’ stato questo il momento più eccitante della serata che però non ha portato a nessun malizioso orgasmo.
L’Assessora sembrava immolata sulla pira dell’igiene urbana, sostenuta da un dottor Testa, infaticabile nel far capire a “quei testoni” delle opposizioni la valenza degli interventi tecnici rispetto a quelli politici, terreno su cui quelli volevano ovviamente confrontarsi. Per due ore la “Cristina d’Orlèans” è stata arringata, punzecchiata, chiamata in causa, criticata, sola contro tutti, senza però che sia scaturito nulla di sostanziale. Qualche cifra buttata lì, poiché i numeri fanno sempre impressione; qualche scusa burocratica a cui ci si può sempre positivamente attaccare. Per il resto niente! Si è trattato di una schermaglia tirata di fioretto, con forse qualche sciabolata di David Marani che però non ha ferito nessuno.
Proroghe tecniche, IV proroga, ricorsi al Tar, Consiglio di Stato, riciclo o differenziata, appalto ponte su cui in particolare Luca insiste, incespica, ricomincia appunto, con l’appalto ponte, verosimilmente strategico per una città che sarebbe in balìa dei rifiuti secondo loro; ma non esageriamo, secondo la Pulzella d’Orlèans.
Ed ecco Mara con la sua ennesima proposta di entrare in maggioranza (semplifico), partecipando alla stesura di un capitolato entro l’anno per una nuova stagione dei rifiuti urbani “cogestionati” tutti insieme appassionatamente. Il Sindaco questa volta non se l’è sentita (noblesse oblige) di rispondere in punta di regolamenti, come successo in passato, ma nell’aria aleggiava qualcosa del genere. Ancora Marani commovente: “Smettete di fare proclami!” che dà la possibilità al Sindaco di finire in bellezza: “C’è quasi dolo nel non voler far funzionare il servizio”. E su questo sesto assioma di Palo Alto cala serenamente il sipario.
Le immagini fotografiche sono di Giancarlo Traverso.

Giancarlo Pignatta
29 giugno 2016



> Scarica questa News in versione .pdf



Galleria fotografica


<< Torna indietro


- Condividi

OKNOtizie Diggita Segnalo Fai.Informazione Digg Technorati Reddit Windows Live Rss Feed