Versione desktop / mobile

COGNOMI DI BORDIGHERA, I PIU' DIFFUSI

Statistiche
     

COGNOMI

Elenco dei cognomi più conosciuti e più diffusi a Bordighera. Nella prima colonna, grazie al sito www.centrostudiaraldici.it c'è lo stemma relativo al cognome, nella seconda colonna grazie al sito www.cognomix.it c'è l'origine del cognome, in italiano, mentre nella terza colonna, grazie al sito www.gens.labo.net c'è la diffusione dei cognomi sul territorio nazionale. La ricerca delle origini e degli stemmi è indicativo come valore di studio.

     

PATRONYMES

Liste des patronymes les plus populaires et répandues à Bordighera. Dans la première colonne, grâce à www.centrostudiaraldici.it, il y a le blason pour le patronyme, dans la deuxième colonne grâce à www.cognomix.it, il y a l'origine du patronyme, en italien, tandis que dans la troisième colonne, grâce à www.gens.labo.net site, il y a la diffusion des patronymes sur le territoire national. La recherche des origines et des blasons est indicatif comme valeur d'étude.

     

SURNAMES

List of surnames of the most popular and widespread in Bordighera. In the first column, with www.centrostudiaraldici.it, is the coat of arms for the surname, in the second column, with www.cognomix.it, is the origin of the surname, in italian, while in the third column, with www.gens.labo.net, there is the spread of surnames in the country. The search for origins and coats of arms is indicative of a value study.

     

FAMILIENNAMEN

Liste der familiennamen der populärsten und am meisten verbreitet in Bordighera. In der ersten spalte, mit www.centrostudiaraldici.it, ist das wappen für den familiennamen, in der zweiten spalte, mit www.cognomix.it, ist der ursprung des familiennamen, auf italienisch, während in der dritten spalte, mit www.gens.labo.net, es ist die verbreitung von familiennamen in dem land. Die suche nach ursprung und wappen ist ein hinweis auf einen wert studie.

     

APELLIDOS

Lista de apellidos de los más populares y generalizadas en Bordighera. En la primera columna, con www.centrostudiaraldici.it, es el escudo de armas para el apellido, en la segunda columna, con www.cognomix.it, es el origen del apellido, en italiano, mientras que en la tercera columna, con www.gens..labo.net es la distribución de los apellidos en el país. La búsqueda de los orígenes y escudos de armas es un valor indicativo de estudio.

     
 

 

Diffusione dei cognomi più diffusi di Bordighera sul territorio nazionale

www.cognomix.it

Lo stemmario dei cognomi italiani più diffusi di Bordighera

L'origine dei cognomi più diffusi di Bordighera

Di norma la corrispondenza tra stemma e casato è stata documentata storicamente, anche se resta da vedere il collegamento genealogico con la famiglia presente a Bordighera. E' possibile una mutazione grafica di un cognome lungo i secoli, che ha portato a formulare delle ipotesi circa la forma originale del cognome e il relativo stemma. Per un ristretto numero di famiglie non ci è stato ancora possibile reperire alcuna insegna di riferimento; esclusivamente per queste si è voluto qui proporre delle autonome ipotesi grafiche, che saranno vagliate nel tempo.

Sul sito Cognomix.it  trovate le origini di oltre 10.000 cognomi italiani oltre a varie informazioni e curiosità su araldica, genealogia e alberi genealogici. Il materiale qui riportato è coperto da copyright pertanto ne è vietata la riproduzione senza il consenso scritto degli autori.

 
 
 
 
         

 

ALBORNO

 
 

Cognome molto raro dell'estremo ponente ligure, dovrebbe derivare dal nome medioevale Alborinus, una forma latinizzata del nome longobardo Alboino. Ricordiamo con questo nome il Re dei longobardi dall'anno 560, il cui nome Albwin, composto da alb (elfo) e win (amico), ha il significato di amico degli elfi.

 

ALLARIA

 
 

Il cognome Allaria, diffuso nel ponente ligure, anche a Triora, richiamava un tipo di lavoro agricolo sui campi "all'aria aperta"

 

ALLAVENA

 
 

Allavena è specifico di Ventimiglia, con buone presenze anche a Pigna, Bordighera e Castel Vittorio, dovrebbe derivare dal cognome francese, originario della Picardia, Allavène, cognome che probabilmente stava ad indicare nel capostipite un produttore di avena.

 

APROSIO

 
 

Apronius gentilizio proprio di Albintimilium, di cui sopravvive il derivato volgarizzato Aprosio, specie nella città di Vallecrosia.

 

BIAMONTI

 
 

Biamonti, molto raro, è tipico della provincia di Imperia, zona di Ventimiglia, Bordighera e dintorni, deriva dal nome medioevale Baiamons (tis) di cui abbiamo traccia ad esempio nel Codice Diplomatico della Lombardia medievale dove sotto l'anno 1168 si può leggere: "...manuum Carli de Curte Nova et Pandemilii et Baiamontis Ferrarii et Suzi Sartoris, testium...".

 

BIANCHERI

 
 

Biancheri ha un ceppo nell'imperiese, a Bordighera in particolare ed a Ventimiglia, San Remo, Vallecrosia, Seborga, San Biagio della Cima, Soldano, Camporosso ed Imperia, con un ceppo anche a San Cataldo nel nisseno e dovrebbe derivare dall'italianizzazione del termine provenzale blanquier (conciatore di pelli), probabile occupazione dei capostipiti.

 

BIANCHI

 
 

Deriva dal vocabolo bianco usato come nome o come soprannome derivante da una caratteristica fisica, i capelli, il colore della carnagione o da una caratteristica ambientale, case bianche, o da un toponimo, o dal nome di una zona. E' diffuso fortemente in tutto il territorio nazionale.

 

BLANCARDI

 
 

Trae origine dal nome germanico Blankhard (bianco duro, bianco forte) o dal cognome francese Blanchard; presente in tutta Italia, ma con forte prevalenza al nord ed in Campania, con particolare intensità in provincia di Milano e di Napoli.

 

BONAVIA

 
 

Bonavia è specifico del nordovest, del cuneese, di Cuneo, Genola e Savigliano e dell'imperiese, di Imperia e Bordighera, e dovrebbe derivare dal nome augurale medioevale attribuito a figli cui si augurava una buona via, cioè un buon cammino nella vita.

 

BOSIO

 
 

Bosio è presente in Lombardia, Piacenza, Alessandria e Genova Bosoni. Può avere diverse zone di origine e diverse derivazioni che vanno da distorsioni del nome latino Ambrosius a modifiche del nome germanico Boso a soprannomi originati dal vocabolo germanico boese (superbo), a derivazione da toponimi quali Bosia (CN) o Bosio (AL).  Tracce di cognomizzazione si trovano a Vicenza nel 1600, in un atto si legge: "...Alexander Bosius filius quondam...".

 

CURTI

 
 

Diffuso in tutt'Italia, ha origine da un soprannome legato alla bassa statura del capostipite.

 

FERRARI

 
 

Ferrari è diffuso in tutt'Italia e diffusissimo al nord: deriva da un soprannome legato al mestiere di fabbro (dal latino faber ferrarius)  o di lavorante all'estrazione o alla fusione del ferro.

 

GUGLIELMI

 
 

Guglielmi è panitaliano: alla radice di questo cognome c'è il nome originario della Linguadoca Guilhem.

 

LANZA

 
 

Lanza è molto diffuso sia al sud che al nord e dovrebbe derivare da un soprannome legato alla forma arcaica del vocabolo lancia, ad indicare probabilmente il mestiere dell'uomo d'armi o la funzione di portatore d'armi.   Già nel XII° secolo c'è un Francesco Lanza feudatario di Rosolini (SR) e una famiglia Lanzi è annoverata tra la nobiltà ghibellina di Trescore (BG), nel 1400 troviamo Blasco Lanza, Dottore in legge che sposa Rosa, Baronessa di Mojo, nel 1500 il Barone Cesare Lanza è feudatario di Carini (PA).

 

LORENZI

 
 

Lorenzi è più tipico del lombardo veneto: deriva, direttamente o attraverso diminutivi, vezzeggiativi o accrescitivi del nome Lorenzo. Tracce di queste cognomizzazioni le troviamo ad esempio nel trevigiano a Cison nel 1600 dove in un atto è menzionato come parte lesa un certo Lorenzo figliolo di Francesco Lorenzone.

 

MACCARIO

 
 

Maccario ha un grosso nucleo piemontese con un ceppo importante tra Ventimiglia e Soldano (IM): potrebbe derivare da vari toponimi come Macherio (MI) chiamata in antico Maccario, o altre località presenti un pò ovunque dedicate a San Macario.

 

MARTINI

 
 

Martini è molto diffuso in tutto il centro nord: deriva, come altri cognomi simili, dal cognomen latino Martinus.

 

MONDINO

 
 

Mondino è tipico del cuneese e basso torinese, deriva da diminutivi dell'aferesi di nomi come Raimondo o simili; troviamo tracce di questa cognomizzazione a Bassano con Giuseppe Achille Mondino Vicedominus Di Ezzelino da Romano nel 1220.

 

MORENO

 
 

Moreno ha un ceppo nella Liguria centroccidentale ed uno nel napoletano, dovrebbero derivare dal nome medioevale Morenus.

 

MORO

 
 

Moro è diffuso in tutt'Italia, dovrebbero tutti derivare dal nome medioevale italiano Morus di cui abbiamo un esempio in una Carta libelli del 1181 a Milano.

 

OGGERO

 
 

Oggero, sicuramente piemontese, ha ceppi a Torino e Carmagnola nel torinese ed a Cuneo e Borgo San Dalmazzo nel cuneese, dovrebbero derivare dal nome medioevale Oggerus, una latinizzazione del nome longobardo Oger di questo nome abbiamo un esempio in uno scritto di epoca longobarda.

 

ORENGO

 
 

Orengo è specifico della Liguria, di Genova e dell'imperiese soprattutto, di Badalucco, Ventimiglia, San Remo, Castel Vittorio, Imperia, Taggia e Pigna, potrebbe trattarsi di un'italianizzazione del cognome francese Orain, che dovrebbe derivare da toponimi, potrebbe anche trattarsi di una forma etnica della città francese di Orange in Provenza, ma molto probabilmente deriva invece dal nome medioevale Aurengus, o Orengus , forma contratta del nome germanico Audharengus.

 

PALLANCA

 
 

Pallanca era un cognome piuttosto diffuso nell'ambiente dei marinai del Capitanato di Ventimiglia lo riscontriamo peraltro dalla lettura di vari tipi di documenti storici: dall'onomastica dei residenti di Bordighera alla rilevazione che secondo il Catasto cinquecentesco di Ventimiglia e Ville il cognome [sono censiti 57 proprietari dal cognome Pallanca] è pressoché esclusivo di Vallebona, Sasso, Borghetto e Bordighera.

 

PALMERO

 
 

Si tratta di un cognome molto diffuso nel Ponente ligure e particolormente a Ventimiglia e Bordighera. Non si tratterebbe però della cognominizzazione di un qualche soprannome di mestiere connesso alla coltura o lavorazione delle palme molto diffusa comunque in questo zona. La forma base Palmièri avrebbe alla radice il nome Palmière formato da palmière (derivato da palma con il francese antico palmier) appellativo conferito nel medio evo a quanti si erano recati in pellegrinaggio in Terra Santa.

 

POGGI

 
 

Poggi dovrebbe avere due grossi nuclei, uno tra il milanese, il pavese, l'alessandrino e piacentino e la Liguria e dovrebbe derivare o da soprannomi legate a caratteristiche della zona, o da toponimi come Poggio d'Asti (AT) e Poggio di San Remo (IM).

 

POSSAMAI

 
 

Possamai è tipicamente veneto, del trevisano in particolare, di Conegliano, Cison di Valmarino, Vittorio Veneto, Tarzo, Vidor, Pieve di Soligo, Valdobbiadene, San Pietro di Feletto, Follina e Roncade, con un ceppo anche a Feltre nel bellunese, secondo alcuni deriverebbe da un soprannome originato dall'aferesi della frase non riposa mai, secondo altri è invece originato da un nome augurale Possamai con il senso di augurio al proprio figlio che possa mai diventare qualcuno.

 

ROGGERI

 
 

Roggeri è tipico del bergamasco, di Foresto Sparso, Alzano Lombardo e Ranica. L'origine di questo cognome va ricercata nel nome medievale Roggero, che, per tramite del francese Roger, nasce da un adattamento del personale germanico Rüdiger, meglio conosciuto nella forma Ruggero .

 

ROSSI

 
 

Rossi è il cognome panitaliano per eccellenza: l'origine è da ritenersi legata alla caratteristica della colorazione dei capelli o della carnagione della famiglia originaria, già presso i romani questa caratteristica aveva originato il cognomen latino Rossius. La diffusione dei capelli rossi nelle popolazioni celtiche preromane era notevole e anche presso i latini troviamo personaggi con i capelli rossi, uno per tutti il famosissimo Silla, quello del celebre antagonismo con il pluriconsole romano Mario.

 

SASSO

 

Il cognome Sasso ha più ceppi, in Puglia e Campania, nel Veneto, in Piemonte ed in Liguria: deriva da toponimi contenenti la radice Sasso o Sassi, quali: Castel di Sasso (CE), Isola del Gran Sasso (TE), Madonna del Sasso (NO), Sassi (LU), Sasso (AN) - (VI), Sasso di Neviano (PR), Sasso Marconi (BO), ecc

 

SICCARDI

 
 

Siccardi è tipico del Piemonte e della Liguria centrooccidentali, con un piccolo ceppo nel brindisino: deriva dal nome medioevale germanico SiegHard latinizzato in Sicardus o Siccardus, troviamo un Sicardus vescovo di Novara nel VIII° secolo, ritroviamo più tardi questo nome, nel bolognese, nel 1292, in uno scritto che cita: "...che era Vescovo di quella Città Siccardo da Monte Acuto..:".  Tracce di questa cognomizzazione le troviamo nel torinese nel 1500 con Bernardino Siccardi notaio e giureconsulto.

 

TAGGIASCO

 

Specifico della provincia di Imperia sono originari di Taggia (IM) dal cui toponimo deriva questo cognome.

 

TRAVERSO

 
 

Di origine decisamente ligure, dovrebbe derivare da un soprannome dialettale legato al vocabolo travèrsu (massiccio o anche corrucciato); in epoca tardo medioevale era in uso in Italia il nome proprio Traversus, come si evince dal testo di un atto notarile del 1179, rogato in Milano e conservato negli archivi di San Giorgio in Palazzo.

 

VERRANDO

 
 

Tipico della zona tra Ventimiglia e Sanremo (IM), dovrebbe derivare dal francese verrou e starebbe ad indicare il mestiere di fabbro. Tracce di questa cognomizzazione le troviamo a Triora (IM) fin dal 1200, in un atto del 1267 viene citato un certo Raimondo Verrando.