Versione desktop / mobile

CNA Provinciale: appello ai Sindaci per la semplificazione amministrativa

CNA Provinciale: appello ai Sindaci per la semplificazione amministrativa

“Apprezziamo le novità contenute nei due decreti legislativi della Riforma Madia che entreranno in vigore giovedì 28 luglio e relativi alla nuova Conferenza di Servizi e alla nuova Segnalazione certificata di inizio attività (Scia): queste erano nostre richieste”, dichiara Marco Zanotto, Presidente Provinciale CNA Costruzioni, che prosegue – “Riteniamo senz’altro positivo differenziare le modalità di svolgimento dei lavori della nuova Conferenza di Servizi legandola alla complessità del parere da esprimere, rafforzarne lo svolgimento in modalità telematica, valorizzare il silenzio/assenso. Questo combinato disposto dovrebbe semplificare le attività di valutazione e rendere certi i tempi decisionali delle amministrazioni coinvolte. In questo modo si potrebbero superare le incertezze e le lentezze che hanno rallentato, e spesso bloccato, attività imprenditoriali e opere pubbliche”.
“Condividiamo”, aggiunge il Presidente Zanotto, “l’obiettivo del decreto sulla nuova Scia: facilitare la vita di imprese e cittadini alle prese con la Segnalazione certificata di inizio attività. Per la prima volta ci si pone come traguardo l’adozione di misure omogenee. Per valutare l’efficacia della nuova disciplina, però, sarà necessario verificare se la materia verrà effettivamente semplificata dal decreto denominato Scia 2, da poco licenziato dal Consiglio dei Ministri e a breve all’esame del Parlamento.
A soffrire la burocrazia sono soprattutto le piccole e medie imprese per le quali l’assolvimento degli adempimenti appare spesso insostenibile e non proporzionato rispetto alla loro dimensione. Tra queste hanno maggiori difficoltà soprattutto le imprese che operano nei settori gravati da una maggiore regolamentazione e/o che hanno sofferto di più la crisi come quello delle costruzioni.
Standardizzare i sistemi informatici e la modulistica per la piena efficienza degli Sportelli Unici per le Attività Produttive, realizzare l’Agenda digitale e la digitalizzazione dell’amministrazione sono azioni importanti per sostenere un settore da troppo tempo flagellato da un mercato pubblico e privato resi impraticabili dal peso della burocrazia che si somma alla crisi economica e genera una situazione ormai insostenibile per imprenditori e cittadini.”
“Apprezziamo”, prosegue il Presidente, “che l’Amministrazione Comunale di Sanremo abbia riorganizzato il lavoro dell’ufficio Edilizia privata implementando le risorse umane e le professionalità impiegatevi, così come l’istituzione di tavoli tecnici per la semplificazione in collaborazione con gli ordini professionali: intervenire sollecitamente sulla mole di lavoro arretrata e prevedere momenti di confronto con le categorie, come peraltro è avvenuto su altri temi è ciò che auspichiamo. Il mondo artigiano e della piccola impresa da sempre chiede che si stabiliscano procedure semplificate e tempi certi per l’espletamento delle pratiche burocratiche”.
E conclude il Presidente Zanotto: “Ai Sindaci chiediamo di farsi interpreti e promotori di azioni di semplificazione significative ed organiche, chiediamo di ridurre il peso della burocrazia, i tempi di attesa a carico di imprese e cittadini e quelli per il rilascio dei permessi ed autorizzazioni”.

La Redazione
28 luglio 2016

> Scarica questa News in versione .pdf



Galleria fotografica


<< Torna indietro


- Condividi

OKNOtizie Diggita Segnalo Fai.Informazione Digg Technorati Reddit Windows Live Rss Feed