Versione desktop / mobile

Ciacio, un ''Parmurelu'' carico di umanità

Ciacio, un ''Parmurelu'' carico di umanità

Pubblico delle grandi occasioni ieri pomeriggio, domenica 6 novembre, all’Anglicana per festeggiare il conferimento del “Parmurelu d’oru”, il prestigioso riconoscimento che ogni anno quelli del “Descu Rundu” assegnano al Bordigotto meritevole di aver onorato con azioni e opere Bordighera nel mondo.
Un pubblico numerosissimo ben al di sopra della capienza della ex Chiesa che ha festeggiato il designato di quest’anno, quel Sergio “Ciacio” Biancheri, popolarissimo e storico artista bordigotto. Un riconoscimento che arriva dopo una carriera artistica che il Nostro ha sviluppato in tutti questi anni con i dipinti e le sculture che il prof. Saverio Napoletano ha ben illustrato nel suo intervento, dopo che la dottoressa Doriana Valesini aveva messo in risalto il ritratto di pittore ma soprattutto di uomo, che Sergio ha sempre manifestato nella sua vita d’artista. Una umanità che ha voluto sottolineare anche la dottoressa Gisella Merello Presidente dell’Associazione conferente il premio.
Ma è stato Romolo Giordano, anima del “Descu Rundu”, a voler stigmatizzare la premiazione di quest’anno come una delle più gettonate dai giurati e non solo, davanti ad un parterre delle grandi occasioni, di quelli che non se ne vedono più tanti di questi tempi. Una rappresentanza Amministrativa capitanata dal Sindaco Giacomo Pallanca, dal Vice Massimiliano Bassi, dagli Assesori Margherita Mariella e Fulvio Debenedetti e dal consigliere Massimo Fonti. Un parterre impreziosito dalla presenza della Senatrice Donatella Albano e da numerosi rappresentanti di Enti e Associazioni, provenienti anche dai paesi vicini. Il pubblico presente ha potuto godere di una esposizione di opere dell’artista premiato, allestita per la giornata dal figlio Enrico e con il patrocinio del Comune, ma che resterà aperta anche nei giorni a venire.
Il momento “clou” è risultato ovviamente quello della premiazione, con la lettura delle motivazioni da parte della Presidente Merello, la consegna della preziosa pergamena e l’apposizione, da parte del Sindaco, del Parmurelu d’oro sul bavero della giacca di un emozionato “Ciacio”.
Come dicevamo un pomeriggio “evento” che ha richiamato all’Anglicana molta della Bordighera che conta, assieme agli artisti colleghi del premiato e a molti cittadini che hanno voluto manifestare la loro vicinanza ad un personaggio profondamente bordigotto che ha saputo rappresentare con la sua arte una intensa, sensibile umanità.
Le foto sono di Giancarlo Traverso, Pietro Raneri, Pier Rossi.

Giancarlo Pignatta
7 novembre 2016



> Scarica questa News in versione .pdf



Galleria fotografica


<< Torna indietro


- Condividi

OKNOtizie Diggita Segnalo Fai.Informazione Digg Technorati Reddit Windows Live Rss Feed