Versione desktop / mobile

RACCONTO SU BORDIGHERA: BORDIGHERA ED IL SUO MARE BLU

Statistiche
     
 

 

BORDIGHERA ED IL SUO MARE BLU

 

Blu il colore del mare e della  "Bandiera Blu" che viene assegnata ogni anno come riconoscimento per premiare le spiagge e gli approdi più belli in molti paesi del mondo,  in Europa, in Sud-Africa, e nelle cittadine sui litorali. Il criterio di assegnazione è relativo a due meriti, ritenuti come indicatori della qualità dell'acqua di balneazione dei lidi ed in base all'assenza di scarichi fognari nei pressi degli approdi turistici. A Bordighera è stata assegnata la bandiera blu molte volte, per tredici esattamente fino al 2006 e poi ancora sino al 2009. Dal 1987, anno europeo per l'ambiente, con una campagna della Fee (Fondazione educazione ambientale), dopo aver effettuato dei controlli sulle acque marine la bandiera blu  viene assegnata ad una o più cittadine candidate al titolo. L'acqua del mare di Bordighera agisce come una vera e propria talasso-terapia sulla pelle, nel fondale roccioso sono presenti  infatti delle alghe Rodoficee come il Lithophyllum lichenoide o lichene di mare, che appartiene alla famiglia delle alghe rosse. Le alghe marine si nutrono della ricchezza del mare e raccolgono le sostanze vitali contenute in esso da millenni. Immergendoci nell'acqua possiamo godere di benefici che derivano dalla talasso-terapia. I  sali minerali contenuti nel mare insieme agli oligo-elementi ci aiutano a contrastare l'invecchiamento della pelle per le loro proprietà dermoprotettive e rimineralizzanti. L'ambiente marino ha virtù benefiche conosciute fin dagli antichi Greci e Romani, un bagno in mare favorisce uno scambio osmotico tra il corpo e l'ambiente e aumenta il tono muscolare. La combinazione tra il sole ed il mare agisce sul nostro metabolismo e sulla nostra respirazione con effetto antistress. Per scoprire il benessere che proviene dal mare, secondo lo studio e la ricerca, è importante vivere per un certo periodo dell'anno in un luogo dove è possibile la balneazione, come Bordighera.

 

MARIAGRAZIA BUGNELLA