Versione desktop / mobile

Bordighera: un Consiglio Comunale ''Aperi-cenico''

Bordighera: un Consiglio Comunale ''Aperi-cenico''

Il pubblico latitante non si è perso nulla martedì sera, 25 ottobre, nella consueta “Sala Rossa” dei Consigli. Dalle ore 18,00 alle ore 21,00, si sono evasi una serie di Ordini del Giorno imperniati sulla discussione del DUP (Documento Unico di Programmazione).
C’era curiosità per saggiare l’atmosfera dopo le vicende legate alle “sortite” di Bozzarelli e Sapino che però sono state assorbite (pare) senza traumi di sorta dalla maggioranza. Il Consigliere Sapino ha dato forfait, così che non abbiamo potuto fotografare la parte sinistra dell’assise nutrita di due Consiglieri in più (quelli del Gruppo misto). Impeccabile la conduzione del riconfermato Presidente del Consiglio Mauro Bozzarelli il quale elegantemente si è astenuto su ogni votazione.
L’unico momento di prurigginosa effervescenza c’è stato quando l’Assessore Silvano Maccario ha attaccato, rispondendo sul DUP, i Consiglieri di “Bordighera in Comune”. Lo ha fatto alla sua maniera, sfoderando la “durlindana” e dandoci di spada contro una formazione che ha avuto l’ardire di produrre un documento e una conferenza stampa d’accusa all’inerzia di una Amministrazione ferma al palo delle sue contraddizioni.
Ci si aspettava una risposta maschia e virile da parte di De Vincenzi, con cui Maccario incrocia spesso le spade, invece ha risposto di fioretto Mara Lorenzi che ha preso la parola (bisognava esserci), con il suo sedante intercalare bostoniano, fatto di ricerche appropriate e meditate delle parole, ipnotizzando l’ombroso Assessore del Bilancio, il quale non ha potuto far altro che piegarsi da un lato ed entrare in catalessi. Sostituito però da un Sindaco particolarmente in forma nella serata; attivo e reattivo, non ha mancato un colpo e tra interventi ed atteggiamenti simpaticamente informali, ha tenuto in corda la serata.
Un momento di panico ha pervaso l’aula quando la Consigliera di Maggioranza Giovanna Capurso ha alzato la mano per intervenire, ma era soltanto per una precisazione sulla possibilità di elargire in beneficenza il gettone di presenza (si parlava dell’aiuto ai terremotati di Amatrice).
Ad un certo punto poi c’è stata l’incursione del Sindaco di Ventimiglia Enrico Ioculano venuto a far firmare un documento al collega di Bordighera. Inconsueta, informale iniziativa ma, proprio per questo perfino simpatica. La serata è stata anche impreziosita da una “Lectio Magistralis” del Comandante Attilio Satta su elementi di Protezione Civile (quale?) da attuare nella “Città” di Bordighera.
La seduta si è conclusa con il saluto al dottor Testa in procinto di lasciare la cattedra di Segretario Comunale per assumere altro importante incarico: applausi di riconoscimento da parte di tutta l’Assise e dei sei presenti del pubblico.

Giancarlo Pignatta
27 ottobre 2016

> Scarica questa News in versione .pdf



Galleria fotografica


<< Torna indietro


- Condividi

OKNOtizie Diggita Segnalo Fai.Informazione Digg Technorati Reddit Windows Live Rss Feed