Versione desktop / mobile

Bordighera: tutto esaurito e gran successo all'Anglicana per l'opera ''Suor Angelica''

Bordighera: tutto esaurito e gran successo all'Anglicana per l'opera ''Suor Angelica''

Tutto esaurito ieri, domenica 10 febbraio 2013, alla Chiesa Anglicana, con il secondo appuntamento nell'ambito del 26° Inverno Musicale, organizzato dal Comune di Bordighera.
Protagonisti l’Associazione Aquilone - Associazione in Corso d'Opera e il Laboratorio Lirico Ligure che hanno presentato una prima assoluta costituita dalla rappresentazione, in costume, di "Suor Angelica", opera in un atto, facente parte del Trittico di Giacomo Puccini.
Numerosi gli attori, i musicisti e i coristi partecipanti: voci soliste, coro femminile, orchestra d’archi, coro voci bianche  e coro maschile.
Lungo l'elenco di personaggi e interpreti ma doveroso citarli tutti per la piacevole ed applauditissima rappresentazione, seguita con grande attenzione dal pubblico e salutata da convinti applausi:
- Suor Angelica: Gabriella Carioli;
- La zia Principessa: Dorina Caronna;
- Suor Genoveffa: Beatrice Ghezzi;
- La Badessa: Claudia Giribaldi;
- La suora zelatrice: Mariuca Popa;
- Maestra delle novizie: Sabrina Pietrantonio;
- Suor Dolcina: Monica Barra;
- Suor Osmina: Nicoletta Marconi;
- Conversa: Sonia Carioli;
- Cercatrice Cristina Salamito;
- Novizia: Sara Perilli;
- Coro suore: Annamaria Amalberti, Ivonne Battisti, Asia Ceruti, Danila Falzone, Alessandra Amalberti, Nicoletta Marconi, Elena Nisbet, Francesca Tagliaferro;
- Figlio di Suor Angelica: Adele Brandone;
- Anna Viola, sorella di Suor Angelica: Clotilde Brandone;
- Coro voci bianche: Marta Di Guardo, Miriam Grassano, Manuel Grassano, Andrea Pallanca, Samuele Perilli, Lorenza Prato, Chiara Vottero;
- Coro maschile: Luca Ceruti, Ciro Chirico, Alberto Gibelli, Alberto Tiscia.
L'Ensemble Laboratorio Lirico Ligure:
- Giacomo Abbà - flauto;
- Federico Silvestri - violino;
- Adriana Marino - violino;
- Fabio Francia - viola;
- Valentina Giacosa - violoncello;
- Franco Giacosa - pianoforte.
La storia, ambientata nel 17° secolo, narra che Suor Angelica, di famiglia aristocratica, è ospitata tra le mura di un monastero per scontare un peccato d’amore.
Durante questo lunghi anni non ha saputo più nulla del bambino nato da quell’amore, che le era stato strappatole subito dopo la nascita.
L’attesa sembra finalmente terminata quando riceve la visita della zia Principessa.
Costei non è venuta a concederle il sospirato perdono, ma a chiederle un formale atto di rinuncia alla sua quota del patrimonio familiare, da lasciare alla sorella minore Anna Viola, prossima ad andare sposa.
Angelica chiede, con insistenza, alla zia Principessa notizie del figlio.
Dopo varie titubanze la zia le comunica che da oltre due anni il bambino è morto, consumato da una grave malattia.
Suor Angelica, straziata, cade di schianto a terra e continua a piangere anche dopo che la zia si allontana, dopo aver ottenuto la firma di rinuncia al patrimonio familiare.
Nell'animo di Suor Angelicasi fa strada l’idea disperata di raggiungere il bambino nella morte, per unirsi a lui per sempre.
Così si reca nell’orto del monastero, raccoglie alcune erbe velenose e con esse prepara una bevanda mortale.
D’improvviso, dopo aver bevuto pochi sorsi del distillato, Angelica è assalita da un angoscioso terrore: conscia di essere caduta in peccato mortale, si rivolge alla Vergine chiedendole un segno di grazia.
E avviene il miracolo: la Madonna appare sulla soglia della chiesetta e, con gesto materno, sospinge il bambino fra le braccia protese della morente.
Gli spettatori hanno rivolto, al termine dello spettacolo, scroscianti applausi di sincero apprezzamento per l'ottima rappresentazione e per l'impegno e la bravura di tutti i protagonisti, musicisti compresi che, ad uno ad uno, si sono avvicinati davanti al palco, ringraziando il caloroso pubblico.
Sorpresa finale con la proposta, sempre rimanendo in tema di costumi da suore, di "I will follow him", brano finale del film di gran successo "Sister Act".
Brano proposto con la direzione musicale di Sonia Carioli, direttrice artistica della Family Band Gosper Choir ed in questa occasione tra i protagonosti odierni di Suor Angelica.
Prossimo appuntamento, il terzo dell'Inverno Musicale 2013, è previsto per domenica 17 febbraio alla Chiesa Anglicana, alle ore 15.30 con l'Associazione G. B. Pergolesi che presenta un recital del soprano Karin Selva.

Pier Rossi
11 febbraio 2013

> Scarica questa News in versione .pdf



Galleria fotografica


<< Torna indietro


- Condividi

OKNOtizie Diggita Segnalo Fai.Informazione Digg Technorati Reddit Windows Live Rss Feed