Versione desktop / mobile

Bordighera : strepitoso concerto dei Nuovi Solidi, tributo a Lucio Battisti

Bordighera : strepitoso concerto dei Nuovi Solidi, tributo a Lucio Battisti

Ultimo strepitoso concerto, quello offerto ieri sera, sabato 31 agosto, dal Comune di Bordighera per la rassegna BordigheraEstate 2013.
La Spianata del Capo, all'ingresso del Centro Storico, ha ospitato la tribute band di Lucio Battisti, Nuovi Solidi, che come di consuetudine chiude con uno spettacolo molto apprezzato la stagione estiva delle manifestazioni comunali.
Scopo dello show è stato quello di raccogliere fondi a favore dell'Associazione Italiana Lotta al Neuroblastoma.
E sono stati molti gli spettatori che, a fine spettacolo, deliziati dalla bravura della band, hanno voluto lasciare il loro contributo presso lo stand della suddetta associazione.
Il concerto - tributo alle canzoni dell'indimenticabile Lucio Battisti ha infatti riscosso un grandissimo successo sia per l'indiscutibile bellezza dei brani proposti sia per la qualità dei musicisti dei Nuovi Solidi, che hanno mostrato un notevole talento e una grande professionalità.
A inizio concerto, la direzione artistica ed organizzativa del Comune di Bordighera, prima di presentare il gruppo, ha ringraziato l'Amministrazione comunale, i collaboratori e la nostra testata online per aver seguito tutti i 43 eventi in brochure, più i numerosi spettacoli "fuori programma".
Un ringraziamento è stato anche elargito alle associazioni locali per il loro contributo: "Si lavora tutti per un unico progetto che si chiama Bordighera, un nome semplice e bello" - ha asserito un dipendente comunale - "Quello che avete visto è soltanto l'inizio".
I Nuovi Solidi sono saliti poi sul palco accompagnati dall'applauso del numerosissimo pubblico e hanno iniziato il concerto con "Innocenti evasioni" seguita da "Il nostro caro angelo" e "Il mio canto libero".
A questo punto, il cantante, Massimo Cuccaro, ha brevemente spiegato che il neuroblastoma è una grave forma tumorale che colpisce i bambini, e che lo studio e la ricerca di questa terribile malattia sono fondamentali per aiutare i piccoli colpiti.
Con la nota "Fiori rosa fiori di pesco", la serata è tornata nel pieno della musica. "Insieme a te sto bene", "Amarsi un po'", "La luce dell'est", "Vendo casa" e "Mi ritorna in mente" sono seguite senza interruzioni.
La band ha continuato con due pezzi di Battisti, scritti inizialmente dal cantautore per la Formula 3 e poi interpretati anche dallo stesso: "Questo folle sentimento" ed "Eppur mi son scordato di te".
"Adesso questa la cantiamo tutti", ha affermato il cantante, prima di intonare le famose note di "Un'avventura". Battisti ha scritto anche brani per Mina, come "Amor mio", ieri sera interpretato in modo eccezionale dalla bellissima voce femminile dei Nuovi Solidi, Monica Cortiula.
Andrea Serra, rappresentante dell'Associazione Italiana Lotta al Neuroblastoma, è salito sul palco per ringraziare personalmente i musicisti, eccellenti interpreti delle canzoni di Battisti, e per spiegare come è nata la fondazione: "La nostra associazione è nata 20 anni fa quando alcuni genitori si sono incontrati nel reparto di oncologia pediatrica del Gaslini di Genova. Nel nostro paese la ricerca è l'unica speranza ed è giusto sostenerla.
Il neuroblastoma è una malattia rara: 8000 casi nel mondo. In Italia sono 250 casi nuovi all'anno. Per le industrie farmaceutiche le malattie rare non esistono perché non si ha profitto. Per cui le associazioni come la nostra sono fondamentali. Dal 2008 riusciamo a finanziare più di 2 milioni di euro all'anno di ricerca e siamo la prima fondazione in Europa per il neuroblastoma", ha spiegato Andrea Serra, prima di chiedere anche al pubblico presente, un contributo.
Il concerto è ripreso con la presentazione dei singoli componenti della band: Fabio Frezza (saxofono), Nino Pasquali (tromba), Bruno Balbo (organo hammond), Monica Cortiula (cori), Francesco Morraglia (batteria), Sara Fossati (basso), Fulvio Lanfranchi (chitarra acustica), Adriano Alberti (chitarra elettrica) e Massimo Cuccaro (voce solista).
Subito dopo sono state eseguite "7 e 40", "Io vorrei non vorrei ma se vuoi", "Io vivrò senza te" e "Dieci ragazze" cantate a gran voce dal pubblico. Il cantante ha poi dedicato al pubblico quella che ha giustamente definito la più bella canzone di Battisti "I giardini di marzo", regalando una sublime interpretazione del brano.
"Battisti va sempre di moda come una camicia bianca, ma bisogna saperlo fare per riempire le piazze. Noi non siamo professionisti, ma ci mettiamo l'anima", ha dichiarato un componente della band, e la verità è che l'anima che Battisti ha messo in ognuna delle sue canzoni si percepiva tutta, ieri sera, grazie ai nove appassionati musicisti dei "Nuovi Solidi", che l'hanno portata sul palco di Bordighera.
Il concerto, durato fino quasi alla mezzanotte, è continuato con "La compagnia", "Anna", "Pensieri e parole", dedicata a tutti i piccoli pazienti dell'ospedale Gaslini di Genova.
Durante "La canzone del sole", il cantante dei Nuovi Solidi è sceso dal palco con il microfono per far cantare il pubblico. Il concerto è terminato con "E penso a te" e  "Let the sunshine", con la voce di Battisti insieme a quella di Massimo Cuccaro, e con un interminabile e sentito applauso tributato ai Nuovi Solidi.
Applauso che è continuato fino a quando la band non ha concesso il bis: è salito sul palco uno spettatore a cantare "Il nastro rosa" , dopodiché sono state eseguite "La collina dei ciliegi" e, nuovamente "Let the Sunshine".

Alice Spagnolo
1 settembre 2013

> Scarica questa News in versione .pdf



Galleria fotografica


<< Torna indietro


- Condividi

OKNOtizie Diggita Segnalo Fai.Informazione Digg Technorati Reddit Windows Live Rss Feed