Versione desktop / mobile

Bordighera: serie di lamentele di lettrice sulla Raccolta Differenziata

Bordighera: serie di lamentele di lettrice sulla Raccolta Differenziata

Riceviamo email firmata:
"Gentile redazione, nella lettera firmata GiCiPi da voi pubblicata il 5 Marzo scorso si legge testualmente:
1) “prendiamo atto dei successi dei primi giorni di differenziata...”
- a conferma di questi successi, allego 2 foto scattate lunedì 7 Marzo, in via Vittorio Veneto alle 9 del mattino: risiedo a Bordighera da oltre 40 anni e non ricordo di aver mai visto una situazione di questo tipo neppure ad Agosto col pienone dei turisti....
2)“...c'è solo bisogno di chiarezza, spiegazioni, risposte...”
- a chi chiedere dal momento che l'Ufficio Tributi di Bordighera rimanda ai vigili i quali rimandano ad un altro numero che rimanda alla Docks Lanterna...che non risponde?
3)“...e pazienza se un sacchetto scappa e non viene ritirato”
- dalla foto non direi che è scappato un sacchetto soltanto....evidentemente siamo in molti a non avere potuto usufruire del servizio porta a porta...
4)“...ci pare che la Docks Lanterna stia impegnandosi a fondo....”
- proprio questa mattina ho incontrato un povero e sconsolato netturbino al quale era stato fornito un motocarro per ripulire la via: mi ha detto di aver gia fatto diversi avanti e indietro per ritirare a poco a poco tutto...Ma i camion della nettezza urbana che fino ad una settimana fa passavano durante la notte, non ci sono più?
5)“...applicazione che porterà alla riduzione di questi rifiuti in discarica con la finalizzazione di risparmiare sui conferimenti e riuscire così ad abbattere i costi...“
- come fanno a diminuire i costi di un servizio che presuppone l'acquisto da parte del comune (e quindi di noi cittadini) di migliaia di mastelli e sacchetti, nonché l'assunzione (che per ora a quanto pare non è avvenuta) del personale necessario a ritirare tutte le notti il contenuto dei mastelli di ogni famiglia presente a Bordighera? Ma non era più semplice lasciare le isole ecologiche e svuotarle con regolarità? Cosa succederà a Pasqua quando avremo, si spera, qualche turista in più? E questa estate?
Sono seriamente preoccupata e mi domando come mai sulla vostra testata non compaiano più lettere di protesta da parte dei cittadini (sono tutti così soddisfatti del servizio che abbiamo?) ma solo articoli che ci “imboniscono” rimproverndo i pochi incivili, lodando la maggioranza per come ha “risposto ” e congratulandosi con la Dcoks per come sta cercando di risolvere i vari problemi (ma non era più saggio prevederli anziché cercare di risolverli a posteriori?).
La terza foto che allego è stata scattata sempre in via Vittorio Veneto, sempre questa mattina, sempre davanti all'ingresso dei Giardini pubblici Lowe, ma alle ore 13 (evidentemente la persona incaricata di svolgere il suo lavoro con un semplice mezzo a 3 ruote, non era ancora riuscita a smaltire tutta la spazzatura presente nell'unica isola ecologica della via... ) il bimbo che compare nella foto stava manifestato il suo entusiasmo per tutte quelle “bellissime” cose colorate (apparentemente tappi di flaconi di medicinali) che fuoriuscivano dai sacchetti e con le quali avrebbe voluto giocare molto volentieri...
Siamo noi cittadini ad essere diventati improvvisamente degli incivili o i sacchi che fuoriescono dai bidoni stracolmi finiscono per essere aperti dai gatti o dalle auto che li scontrano innavertitamente?
É vero che i sacchi non dovremmo portarli lì ma dovremmo aspettare fiduciosi il passaggio dei netturbini davanti alle nostre porte....ma, evidentemente, la nostra fiducia  è un “tantino” incrinata..."

La Redazione
8 marzo 2016



> Scarica questa News in versione .pdf



Galleria fotografica


<< Torna indietro


- Condividi

OKNOtizie Diggita Segnalo Fai.Informazione Digg Technorati Reddit Windows Live Rss Feed