Versione desktop / mobile

Bordighera: ricordando Raul Zaccari

Bordighera: ricordando Raul Zaccari

L’8 Ottobre 1977 moriva improvvisamente il Sen. Prof. Raul Zaccari per molti anni Sindaco di Bordighera.
Riteniamo opportuno ricordarne la figura affinché i bordigotti vecchi e nuovi che non l’avessero conosciuto, possano scoprire la figura di un Sindaco molto amato ed autorevole che ha amministrato Bordighera per molti anni.
Nato il 2 marzo 1916 si laurea presso l’Università Cattolica di Milano, insegna nei Licei, è sposato con tre figli. Membro del Comitato di Liberazione Nazionale viene eletto Sindaco di Bordighera dal 1946 al 1964, Senatore della Repubblica dal 1958 al 1976, membro della Commissione di Vigilanza sulla Rai dal 1963 al 1976, Sottosegretario alle Poste nel Governo Andreotti dal 1972.
Dal 1969 al 1972 entra a far parte del Parlamento Europeo e presiede la Consulta italo-francese per i problemi di frontiera. Assessore e Consigliere Provinciale dal 1965. Dal 1965 diventa anche Presidente dell’Istituto Internazionale di Studi Liguri.
Riveste, infine, la carica di Consigliere del Comitato Provinciale di Imperia nonché di Presidente della Sezione di Bordighera dell’Associazione Nazionale Famiglie Caduti e Dispersi in Guerra, diventando anche Consigliere Straordinario della Casa di Soggiorno “Margherita di Savoia” di Bordighera.
Una figura straordinaria di Politico e Amministratore a cui la sua amatissima città ha solo recentemente dedicato una piazza (il parcheggio adiacente la stazione, comunemente detta "Piccola Velocità").
Ci sia consentito ricordarlo con la significativa epigrafe di Tagore che abbiamo letto sulla sua tomba:
“Io dormivo e sognavo che la vita non era che gioia. Mi svegliai, e vidi che la vita non era che servire. Servii, e vidi che servire era la gioia...”.

La Redazione
12 ottobre 2016

> Scarica questa News in versione .pdf



Galleria fotografica


<< Torna indietro


- Condividi

OKNOtizie Diggita Segnalo Fai.Informazione Digg Technorati Reddit Windows Live Rss Feed