Versione desktop / mobile

Bordighera: ''Poldino'' Roggeri della mitica ''Banda Tiralogni''

Bordighera: ''Poldino'' Roggeri della mitica ''Banda Tiralogni''

Sergio Verrando, ristoratore di Vallecrosia, è il genero di Ampeglio Roggeri detto "Poldino" uno dei primissimi componenti della mitica "Banda Tiralogni".
Ecco una breve presentazione da parte di Sergio, di suo suocero "Poldino" relativamente, soprattutto, alla Banda Tiralogni.
"Come nasce il soprannone di "Poldino"? Anche suo papà si chiamava Ampeglio, come lui, e per non confonderlo veniva chiamato con il suo secondo nome, Leopoldo che, ben presto divenne "Poldino".
La Tiralogni era una Banda molto organizzata per l'epoca, come bandiera, gonfalone, biglietti da visita con su scritto lo slogan "Le musiche più gaie...i motivi più allegri!".
A proposito della bandiera della Banda Tiralogni di Bordighera, quella della foto allegata. Fu offerta dal Commendator Gastone, titolare dell'Hotel Esperia di Bordighera nel 1955 e fu confezionata dalle suore Paoline, sempre di Bordighera. Da un lato raffigura il cannone Tiralogni, da cui la Banda ha preso il nome, mentre l'altro lato raffigura la musica, alla quale sono stati poi aggiunti gli stemmi delle città dove la Banda si è esibita. "Poldino" conserva anche le medaglie ricordo delle città dove la "Banda Tiralogni" aveva suonato, in particolare Cannes, Aix en Provence ed il Principato di Monaco.
Durante il periodo di attività della Banda, il suo ideatore, Angelo Lupi, dopo aver letto su un giornale che un'agenzia americana vendeva appezzamenti di terreno sulla Luna, ad un prezzo modico, colse l'occasione per acquistarne uno. Con l'idea pubblicitaria e promozionale, rivelatasi poi azzeccatissima, che la sua sarebbe stata la prima Banda ad esibirsi sulla Luna.
Un fatto riportato anche da un cronista RAI dell'epoca e come si può leggere nel retro di un volantino pubblicitario di quegli anni, con la dicitura “La Banda che effettuerà il primo concerto sulla Luna”.
La Banda Tiralogni si sciolse nel 1961 ed il presidente Davide Bedaglia, il fondo cassa rimasto decise di devolverlo alla Chiesa dell'Immacolata Concezione per restaurare il mosaico del sagrato. Fu un contributo decisamente importante per l'epoca, di Lire 1.600.000.
"Poldino" conserva con grande cura la mitica divisa della Banda che indossava e che custodisce in un baule. Spero di convincerlo ad aprire il baule e riuscire così a fotografarla.
Mio suocero è sempre stato, e lo è ancora, un grande appassionato di musica, soprattutto jazz, e ricorda perfettamente un'improvvisata di Louis Armstrong al Caffè Roma. Chissà se qualcuno conserva dei ricordi fotografici, o di giornale, di quella memorabile esibizione..." - Sergio Verrando.

La Redazione
28 novembre 2016

> Scarica questa News in versione .pdf



Galleria fotografica


<< Torna indietro


- Condividi

OKNOtizie Diggita Segnalo Fai.Informazione Digg Technorati Reddit Windows Live Rss Feed