Versione desktop / mobile

Bordighera: lettore ''Che peccato che il tempo tutto cancelli e faccia dimenticare''

Bordighera: lettore ''Che peccato che il tempo tutto cancelli e faccia dimenticare''

Riceviamo email firmata:
"Buongiorno.
Che peccato che il tempo tutto cancelli e quasi tutto faccia dimenticare.
Vi sono situazioni che, nonostante siano sotto gli occhi di tutti, vengono tralasciate per dedicarsi totalmente ad altre probabilmente più redditizie dal punto di vista socio-politico e mediatico.
Difatti da mesi l’attenzione dell’opinione pubblica e sicuramente dell’Amministrazione, è stata catalizzata dal “triello” come ha simpaticamente sottolineato il Signor Zocccoli, di cui si deve condividere ogni singola parola, al punto da dimenticarsi di problematiche socio-economiche questa volta, che insistono sul territorio da molti anni.
Chissà se l’Amministrazione e l’Opposizione, che conoscono molto bene le situazioni a cui mi riferisco, troveranno un po di tempo per sanare e definire, una volta per tutte (sarebbe molto semplice e per nulla dispendioso per le casse Comunali), il degrado in atto in un'altra parte di Bordighera che non è il “triello”, ma sicuramente molto importante, se non il più importante, per un eventuale rilancio turistico e lavorativo della Città di Bordighera.
A me dispiace e piange il cuore vedere, sapere che la mia Città non sfrutti una grossa opportunità, negando per se stessa e la collettività una possibilità di ripresa turistica e, per chi ne sta pagando le conseguenze da ormai 9 (nove) anni, e dovrebbe godere degli stessi diritti di altri, di rimettersi in piedi.
Io mi auguro che qualcuno voglia assumersi questa incombenza e provare riparlarne, mettendo la questione all’ordine del giorno in qualche riunione di Giunta o Consiglio Comunale.
Grazie".
P.S.: "Solo un modesto dettaglio; vorrei ricordare, a coloro i quali forse sfuggito, che le attività commerciali nella zona della punta di Sant’Ampelio, rientrano nella stessa categoria di tutte le altre sul litorale di Bordighera. L’unico proprietario del territorio è lo Stato e per esso il Comune che può concedere concessioni, se esistono i presupposti".

La Redazione
18 gennaio 2016
ì

> Scarica questa News in versione .pdf



Galleria fotografica


<< Torna indietro


- Condividi

OKNOtizie Diggita Segnalo Fai.Informazione Digg Technorati Reddit Windows Live Rss Feed