Versione desktop / mobile

Bordighera: la cinquantunesima settimana 2016 nella nostra città

Bordighera: la cinquantunesima settimana 2016 nella nostra città

Settimana approdata al Santo Natale, una sfiga per i pontieri, nel senso che una festività che cade di domenica non permette sciali vacanzieri. Natale! Potete immaginare: Messe notturne, mercatini, regali, auguri, fuochi, cene ma anche pranzi, consumi e...tanti sprechi. Una festa che, se non recupera la sua valenza storica, culturale e, se volete anche religiosa, diventerà (rimarrà) solo più l’orgia consumistica e mercatale che già conosciamo.
Ma nella settimana topica succedono anche cose, che qui a Bordighera non ci facciamo mancare mai.
Come ad esempio le asfaltature natalizie: catrame al posto del carbone e a nulla vale il grido di dolore dei Commercianti già annichiliti dai pochi affari, dalla crisi perdurante, che l’intervento di Berlusconi (attenti Gian Luca, il capo della nostrana Confcommercio), non è parso neppure polemico bensì un tantino rassegnato.
E poi la telenovela del “Villaggio Natalizio” bidonato, poi in qualche modo recuperato (ma poi definitivamente abbattuto) con tutte le problematiche incontrate e la poca trasparenza che, nella occasione, ha ottenuto il miracolo di mettere insieme le tre anime sinistrorse dell’opposizione. PD, Bordighera in Comune e SI (Sinistra Italiana, come si chiama ora) formazioni che non sono mai riuscite a presentarsi oppositamente unite nel corso della legislatura, riescono a farlo in virtù della vicenda tragicomica di un Villaggetto Natalizio preannunciato ma mai resosi disponibile.
Per non parlare di un Palazzetto dello Sport in grado di accogliere indecorosamente un mucchio di ospiti senza il servizio bar e senza neanche un posto riservato per l’accomodo di sportivi e loro famigliari. C’è chi si lamenta sul giornale e vanta collocazioni politico amministrative ma non si firma e non scatena la terza guerra mondiale per tali imperdonabili disservizi.
Si firma, invece, con il suo “Pianto greco” l’oppositrice Mara Lorenzi per il tennis senza palle, nel senso che in tutto l’anno non si è riusciti ad attivare (e meno che mai a definire), il recupero e la ristrutturazione di tutto il complesso, così da rendere orfani i giocatori nostrani e foresti del nobile gioco. Ce la meniamo sempre che il nostro è il Tennis Club più vecchio d’Italia, ma non si è mai fatto nulla per valorizzarlo e farlo decollare anche come il più bello ed efficiente. Speriamo in un’altra vita (magari nel prossimo anno) di vederne il decollo.
Puntuale come una cambiale in scadenza l’intervento della Sonia Viale, Assessora Regionale alla Sanità, su interventi, modifiche, miglioramenti nel suo Assessorato. Ma a Pronto Soccorso in quel del “Saint Charles” bordigotto quando se ne comincerà a parlare? O dobbiamo ricordare delle promesse fatte in campagna elettorale e, a vittoria ottenuta, da tutta la Sanità Regionale, Toti e Sonia in testa?
Siamo da sempre solidali con Carlo Bagnasco e con la Fondazione Pompeo Mariani che resiste, nonostante le avversità passate e quelle in corso le quali vorrebbero minare l’esistenza di una Istituzione la cui importanza ha raggiunto nel tempo livelli di importanza internazionale. Ma per resistere è indispensabile una solidarietà che Bordighera non ha ancora manifestato ad una delle sue più invidiate eccellenze.
E’ dunque un Natale domenicale che chiude questa settimana di festa ed approccia all’ultima dell’anno che approderà ancora con una domenica, la prima del 2017. Che sia dunque una buona settimana per tutti!

a cura di Giancarlo Pignatta
26 dicembre 2016



> Scarica questa News in versione .pdf



Galleria fotografica


<< Torna indietro


- Condividi

OKNOtizie Diggita Segnalo Fai.Informazione Digg Technorati Reddit Windows Live Rss Feed