Versione desktop / mobile

Bordighera: interessante conferenza all'Anglicana sulla lotta al Punteruolo Rosso

Bordighera: interessante conferenza all'Anglicana sulla lotta al Punteruolo Rosso

Interessante e ricco di spunti ieri, mercoledì 7 maggio, alla ex Chiesa Anglicana di Bordighera, l'incontro pubblico che proponeva il tema di nuovi metodi di lotta per l'eradicazione del punteruolo rosso, che da anni affligge e distrugge il nostro patrimonio di palme phoenix canariensis, con un altissimo costo ambientale, paesaggistico ed economico.
L'incontro è stato preceduto dall'irruzione della troupe di "Striscia la Notizia", con Capitan Ventosa, per un servizio sul punteruolo rosso che Canale 5 metterà in onda nei prossimi giorni.
Relatori dell'incontro sono stati: Robert Castellana, projet Phoenix - Jardin expérimental, Alain Hervé, fondatore dell'associazione "Fous de Palmiers" e Michel Ferry, direttore scientifico per INRA della stazione Phoenix di Elche, primo palmeto storico in Europa.
La ricerca e la sperimentazione sul campo hanno fatto passi decisivi negli ultimi anni in tutto il bacino mediterraneo e a Bordighera, nei mesi scorsi, è stata presentata dall'INRA (istituto francese di ricerche agronomiche) un'interessante proposta di sperimentazione, al nostro Comune, a costo zero, su 1500 esemplari di palme.
L'occasione dell'incontro ha avuto una finalità informativa e di confronto aperto, con una buona partecipazione di pubblico, e nata dalla proposta di portare a Bordighera un'anteprima degli argomenti che vengono discussi a Nizza oggi, giovedì 8 maggio, nella sede di un convegno internazionale promosso dall'istituzione francese "Fous de Palmiers", che festeggia i suoi 25 anni di attività.
Presenti all'incontro, per la nostra amministrazione, il Sindaco Giacomo Pallanca, il Presidente del Consiglio Comunale Mauro Bozzarelli ed i consiglieri di minoranza Luca De Vincenzi e David Marani.
Introdotti da Silvia Alborno e dopo un breve intervento del Sindaco Giacomo Pallanca che ha manifestato la disponibilità del Comune di Bordighera alla collaborazione, una volta espletati gli iter burocratici, i tre relatori hanno ribadito la loro preoccupazione sulla devastante ed esponenziale situazione che si potrebbe venire a creare, ormai a breve, con l'arrivo del caldo e l'uscita dal letargo e la fuoriuscita dalle palme, dei punteruoli rossi, nelle quali sono rimasti per un lungo periodo, alla ricerca di altre palme indenni per accontentare la loro insaziabile fame.
E' stata ribadita quindi l'urgenza di intervento a Bordighera che potrebbe portare, nei prossimi mesi, ad una grave situazione ed, inoltre, segnalata l'autorizzazione all'uso del loro prodotto in Francia e in Spagna. Altro fatto importante che è stato comunicato è la determinazione e la tempestività della richiesta di loro intervento dal governo tunisino per tentare di debellare il coleottero e così salvare il patrimonio palmifero, gravemente minacciato.
Ribadito ancora di non arrendersi alla manifestazione, più volte ripetuta, di "battaglia persa" contro il punteruolo rosso, ma di intervenire, senza perdere ulteriore tempo.
"Bordighera non deve più perdere tempo se vuole salvare le sue palme" hanno ripetuto all'unisono i tre ospiti.
Ed intervenire, sottolinetiamo noi, magari intercedendo tramite la Senatrice Donatella Albano ed il consigliere regionale Sergio Scibilia, già interessatisi a suo tempo alla preoccupante situazione, affinchè si riesca ad ottenere l'autorizzazione all'uso del prodotto proposto, la cui scheda tecnica di riferimento dovrebbe essere già stata fornita.
Auspicando una pronta positiva risposta all'accettazione dell'autorizzazione da parte del Ministero, si dovrebbe quindi procedere con l'intervento, ricordiamo gratuito, su 1500 esemplari di palme del territorio bordigotto, con l'intruduzione, in quattro punti del tronco, di ogni palma, del prodotto. Operazione, attiva e duratura per un anno, che dovrebbe essere ripetuta per un ulteriore biennio.
Al termine degli interventi dei relatori è seguito un brillante dibattito nel corso del quale è intervenuto l'ingegner Giuseppe Bessone che ha chiesto lumi sulla tipologia degli interventi del biennio successivo che non verrebbero ripetuti negli stessi spazi del primo, raccontando inoltre dell'ecatombe di palme, causa sempre il punteruolo rosso, nel parco dell'ex Hotel Angst. Interventi inoltre della signora Natta e di Giancarlo Pignatta.
Quest'ultimo, riferendo della probabile prossima partecipazione di Michel Ferry ad un incontro al Ministero dell'Agricoltura per l'autorizzazione all'uso del suo prodotto sul territorio nazionale.
Un'occasione per Bordighera che potrebbe essere il primo comune italiano ad adottare il tipo di intervento del prodotto proposto da Michel Ferry e divenire così, in caso di successo, un punto di riferimento e di contatto per colro che, per forza di cose, sapendolo vincente, ne trarrebbero giovamento successivo.
Intervento finale per l'agronomo Roberto Garzoglio che, dopo alcune richieste di chiarimenti sul punteruolo rosso, ha voluto sottolineare una certa consolidata abitudine, non conforme a norme ben precise, sulla mancata richiesta di partecipazione della figura professionale di cui fa parte su situazioni ed interventi che riguardano il verde pubblico ed il paesaggismo.

Pier Rossi
8 maggio 2014

> Scarica questa News in versione .pdf



Galleria fotografica


<< Torna indietro


- Condividi

OKNOtizie Diggita Segnalo Fai.Informazione Digg Technorati Reddit Windows Live Rss Feed