Versione desktop / mobile

Bordighera: entusiasmo del pubblico per l'esibizione del duo De Pascale-Dal Prà

Bordighera: entusiasmo del pubblico per l'esibizione del duo De Pascale-Dal Prà

Il pubblico presente ieri sera, giovedì 19 luglio, ha accolto con calore l’esibizione del duo De Pascale – Dal Prà, tenutasi nei giardini dell’ex Chiesa Anglicana, nell'ambito della rassegna di "BordigheraEstate" organizzata dal Comune di Bordighera.
Come ha ricordato Luca Moreno, direttore artistico e organizzativo degli eventi proposti dal Comune, nella serata di ieri si è esibito per la seconda volta il poliedrico musicista Massimo del Prà, che sarà impegnato anche questa sera, in uno spettacolo completamente diverso.
La scelta di far esibire per tre volte consecutive il maestro Del Prà, affiancato da artisti diversi ma sempre di grande spessore, è stata doppiamente voluta. In primis perché si tratta di un musicista affermato di grande bravura e, in secondo luogo, per la volontà di dare spazio ad artisti locali.
Il concerto di ieri ha visto affiancarsi sul palco il pianista e il soprano Cristina De Pascale. Dotata di grandi doti interpretative, di una bella voce nonché di una notevole presenza scenica, la cantante lirica ha saputo coinvolgere ed emozionare il pubblico, cimentandosi in un repertorio vario che spaziava da arie d’opera, quale la Casta Diva (dalla Norma di Bellini), operetta (Hello!Hello? - Il Telefono di Menotti), colonne sonore di film e musical.
Gli amanti del bel canto sanno quanto sia difficile cantare la Casta Diva dopo il successo che Maria Callas riscosse proprio con la Norma. Nonostante questo, Cristina De Pascale è riuscita a donare ai presenti un’interpretazione personale e di grande rilievo.
Il pezzo più applaudito, per l’eccezionale mimica di cui la De Pascale è dotata, è stato sicuramente Hello! Hello?, divertente parodia di una telefonata quasi interminabile.
L’indiscutibile bravura del pianista Massimo Del Prà è invece emersa con forza soprattutto nei brani da solista, musicati entrambi dal compositore ungherese Franz Liszt. Nel primo, Parafrasi dal Rigoletto di Verdi, le sue doti interpretative e la capacità di utilizzare perfettamente il glissando hanno piacevolmente incantato il pubblico presente.
Semplice ma funzionale l’allestimento del palco: due paratie, divise solo da un’apertura orientaleggiante che consente agli artisti l’accesso al palco, raccolgono il suono di voce e strumento per restituirlo alla platea. Ulivi e palme, che tanto caratterizzano il territorio ligure, fanno da sfondo al tutto.
Al termine del concerto, visti i numerosi applausi, il duo ha concesso un graditissimo bis.
Ricordo agli interessati che questa sera, venerdì 20 luglio 2012, sempre nella medesima location, Massimo Del Prà si esibirà con Franck Taschini (sax), Giuliano Raimondo (contrabbasso) e Gianni Raspaldo (batteria) in uno spettacolo jazz con musiche composte dai componenti stessi del quartetto.

Alice Spagnolo
20 luglio 2012



> Scarica questa News in versione .pdf



Galleria fotografica


<< Torna indietro


- Condividi

OKNOtizie Diggita Segnalo Fai.Informazione Digg Technorati Reddit Windows Live Rss Feed