Versione desktop / mobile

Bordighera: Consiglio Comunale ''A bassa temperatura''

Bordighera: Consiglio Comunale ''A bassa temperatura''

Forse sarà dipeso dall’arrivo della bolla gelida da Est, che ha investito la nostra splendida Riviera in chiave invernale, forse anche dalla desertica cartolina che rappresenta la nostra città da un po’ di tempo, sta di fatto che anche il Consiglio Comunale di ieri sera, martedì 29 novembre 2016, ha raffreddato ambiente e cuori dei protagonisti dell’atto istituzionale e dei pochi, pochissimi cittadini spettatori; quando si dice pochissimi, si dice proprio 4, 5 persone alcune delle quali migranti durante il procedimento.
Il Consiglio di ieri sera è risultato l’ultimo di quest’anno ed è stato esperito per attivare quelle che in gergo economico si chiamano...di assestamento, pratiche necessarie per chiudere la contabilità dell’esercizio. Con l’occasione c’è stato spazio anche per le mozioni, la più curiosa delle quali è risultata la richiesta di conferire la cittadinanza onoraria nientemeno che al Dalai Lama. La curiosa richiesta l’ha fatta David Marani, ineffabile rappresentante delle Cinque Stelle che a Bordighera, non me ne voglia l’amico scultore, non rischiarano più di tanto il cuore dei bordigotti. Se l’è presa il Nostro, e non da adesso, per il fatto che la Maggioranza non accoglie mai nessuna proposta, neanche la più nobile possibile, solo perché avanzata dall’Opposizione. Ma le liturgie dei Consigli Comunali sono proprio così: da una parte votano sempre a favore e dall’altra sempre contro. Si, certo c’è sempre qualche astensione (da qualche tempo dei transfughi di “Bordighera Mia”) che però non interferisce mai nel risultato.
Puntuale come una cambiale in scadenza è arrivato anche questa volta il tintinnìo di sciabole tra l’Assessore Maccario e il Consigliere di “Bordighera in Comune” Luca De Vincenzi i cui confronti risultano sempre puntuti e strufugliatori. Sarà l’aria del Sasso che li accomuna ma i loro raffronti attizzano sempre le platee (!?).
Il Sindaco poi, attento dominus delle serate, non ne lascia passare una, in particolare se si tratta dei “perché” o dei “per chi” della raccolta rifiuti; con l’immondizia, si sa, da un po’ di tempo c’è poco da scherzare e l’attento Amministratore redarguisce e ammonisce.
Nella serata moscia perfino Mariella, l’Assessora a svariate deroghe, rischia lo sfinimento nello spiegare al pentastellato Oppositore i tempi e metodi dei buoni pasto. Ma il momento più emozionante lo si è vissuto con l’uscita dal consesso (ed il ritorno a casa) del Consigliere Ramoino per un improvviso malore. Auguri Ramon, speriamo vederti domattina da Job's o al Nadia a presidiare il centro città.
Termina così anche questo Consiglio Comunale, l’ultimo di quest’anno. Domani è Natale e poi il 2017 correrà frettolosamente in discesa verso importanti verifiche. Nonostante sembri ancora tutto prematuro è già molta la brace che arde sotto la cenere, pronta a rivitalizzare riferimenti a suffragi mai del tutto assopitisi.

Giancarlo Pignatta
30 novembre 2016



> Scarica questa News in versione .pdf



Galleria fotografica


<< Torna indietro


- Condividi

OKNOtizie Diggita Segnalo Fai.Informazione Digg Technorati Reddit Windows Live Rss Feed