Versione desktop / mobile

Bordighera: Charles Henry Lowe, un benefattore, 110 anni dopo

Bordighera: Charles Henry Lowe, un benefattore, 110 anni dopo

Giovedì 26 aprile 2012 ricorre il 110° anniversario della donazione del terreno dei Giardini, dell'oggi Via Vittorio Veneto, al Comune di Bordighera da parte di Charles Henry Lowe.
"L'anno millenovecentodue addì 26 aprile in Bordighera e nel Palazzo Comunale (lo storico edificio oggi sede dell'Ufficio Tecnico ed in odore di alienazione), posto in Piazza del Popolo.
Avanti di me Giobattista Balestra Notaro sono comparsi il signor Carlo Enrico Lowe del fu Rafaele, proprietario, nato a Gibilterra e residente in Bordighera ed il signor Avvocato Francesco Rossi del Comune di Bordighera....
Il signor Carlo Enrico Lowe dichiara di donare irrevocabilmente al Comune di Bordighera parte del suo terreno per metri seimila 193....
Questa donazione vien fatta ed accettata coll'onere del Comune di adibire in perpetuo il terreno così donato a pubblico giardino onde favorire alle persone di avanzata età e di malferma salute il modo di godere qualche ora di tranquillo riposo....
E' fatta inibizione al Comune di stabilire nel giardino case da giuoco, dovendo il medesimo conservare la forma e la destinazione di parco e con facoltà di costruirvi chioschi per musica, giornali e caffè. (dall'atto di donazione del 1902)".
Nonostante il vincolo, il terreno, a fine anni '70, venne parzialmente cementato ed usato a fini sportivi e di intrattenimento, estirpando oltre una decina di piante di ulivo.
Nel 2008 l'Amministrazione Bosio aveva ritenuto di "spostare" alcuni ulivi per ingrandire ulteriormente la spazio in cemento.
Nel maggio dello stesso anno nacque un Comitato spontaneo di cittadini che si oppose, con successo, a questa decisione.

Charles Henry Lowe nacque a Gibilterra il 18 Aprile 1828.
Dopo una interessantissima vita di lavoro nel commercio internazionale con i paesi del Sud America, Lowe riuscì ad accumulare una notevole fortuna che gli permise di ritirarsi a vita privata all'età di 48 anni.
Pioniere di quella fiorente colonia inglese che "svernava" in Costa Azzurra, e che troviamo descritta con qrande maestria da Scott Fitzgerald nel suo famoso romanzo "Tenera è la notte", Lowe eleggerà a sua seconda patria la nostra Riviera.
A Bordighera acquistò la "Casa Rosa", una villa che includeva una piccola cappella.
Nell'ottobre del 1878 dopo aver acquistato un terreno attiguo alla Chiesa, Lowe costruì, donando i terreni al Comune di Bordighera, il primo campo da tennis d'Italia e, fondò il Lawn Tennis Club, divenendone il primo Presidente....


Un benefattore della nostra città che andrebbe ricordato, almeno, decennalmente.
Cosa che venne fatta venerdì 26 aprile 2002 con la "Festa del Centenario" che prevedeva il seguente programma:
- alle ore 16,30, la visita guidata ai Giardini Pubblici Lowe a cura del botanico Libereso Guglielmi;
- alle ore 17,00, la conferenza nella ex Chiesa Anglicana "Un inglese a Bordighera: Charles Henry Lowe" a cura di Cristiano Barberio, Pietro Raneri, Bruno Rossi.
(le immagini fotografiche sono di Pietro Raneri).

Valerio Moschetti
10 aprile 2012

> Scarica questa News in versione .pdf



Galleria fotografica


<< Torna indietro


- Condividi

OKNOtizie Diggita Segnalo Fai.Informazione Digg Technorati Reddit Windows Live Rss Feed