Versione desktop / mobile

Bordighera: candu nu custa ren esagera sempre

Bordighera: candu nu custa ren esagera sempre

Candu nu custa ren esagera sempre... (Quando non costa niente esagera sempre...)
Non si sono ancora spenti gli echi dell'annoso problema Rotonda, e non credo neppure trovata una soluzione a breve termine, augurandomi vivamente di sbagliare, che già le attenzioni, ed i fervori se non gli accanimenti mediatici e non dei bordigotti sono tutti indirizzati alla soluzione dei problemi di viabilità, traffico e commercio di Corso Italia (a segunda traversa) e Piazza della Stazione, come noi indigeni sempre abbiamo chiamato Piazza Eroi della Libertà.
Si continua a proporre concorsi e progetti, con la speranza che non abbiano un costo per le casse comunali, ma le cose più semplici e banali continuano a rimanere irrisolte. Ci avviciniamo alle festività natalizie ed i pannelli segnaletici, agli ingressi della nostra città sono ancora ricoperti da squallide reti rossastre. All'ingresso di levante pali arruginiti fanno bella mostra di se di fronte alla statua della Regina Margherita ed al belvedere sugli scogli di Sant'Ampelio.
A ponente i lavori che si diceva in anticipo sui tempi e che a breve avrebbero dovuto avere termine, sembra invece non debbano terminare mai, causando oltre che grandi disagi, un senso di trascuratezza de infinita bruttezza: anche quella è la porta di ingresso della nostra città a ponente.
Sicuramente nella zona del centro vi è una lobby molto potente, se raccoglie molte attenzioni con progetti e richiesta di interventi alquanto onoresi che sicuramente si cercherà di raccimolare tra le molto sgualcite pieghe del nostro bilancio cittadino. Penso che molti come chi vi scrive non trovino corso Italia come è attualmente così sgradevole da essere ridisegnato; è una strada ristrutturata non secoli orsono, ma poche decine di anni fa.
Non sarebbe il caso di preoccuparci di fornire la città di parcheggi sotterranei come già anni orsono si era pensato nelle nostre maggiori piazze, vedi Piazza Garibaldi e, appunto, Piazza della Stazione ed al contempo ridisegnarle. Ma forse ancora meglio sarebbe insistere sulle numerose bruttezze ancora esistenti e sembra senza via di soluzione: rudere del budello e di via Garnier e prestare un pochino più di attenzione alle segnaletiche, sia verticale e, soprattutto, orizzontale, oramai quest'ultima quasi inesistente ,in special modo i passaggi pedonali.
Per non parlare del manto stradale sia sul lungomare che in centro.
Ripetendomi, le feste natalizie sono oramai alle porte, facciamo in modo che chi verrà qualche giorno nella nostra città, possa trovarla accogliente ed ancor di più ospitale, e non trascurata od indifferente.
Non ho mire politiche ne di celebrità e descrivere o scrivere di queste problematiche mi crea anche fastidio, ma non farlo mi fa sentire ancora più infastidito in quanto in questa nostra Bordighera vi sono nato e vi ho vissut tutta la mia vita, e quindi vorrei vederla sempre come la più bella città del mondo...

Franco Zoccoli
14 novembre 2015

> Scarica questa News in versione .pdf



Galleria fotografica


<< Torna indietro


- Condividi

OKNOtizie Diggita Segnalo Fai.Informazione Digg Technorati Reddit Windows Live Rss Feed