Versione desktop / mobile

Bordighera: barbare potature

Bordighera: barbare potature

Ci chiedono, a noi della “Cumpagnia d’à Parmura”, come mai le palme vengono pulite (più che potate) in una maniera così estrema da lasciar svettante solo un piccolo ciuffo centrale, spogliando miseramente il tronco tutto intorno.
L’ultimo, in ordine di tempo è il signor Giorgio che ci manda anche due foto significative, scattate alla cima della salita che immette sulla Romana vecchia. Lui è sconsolato nel vedere quelle palme così costrette nella consueta svettanza, in particolare quando con il vento sembra di assistere a vegetali fuochi d’artificio (Carmen Etienne ipse dixit).
Il motivo di quelle pulizie così drastiche sta tutto, secondo noi, nel costo dell’operazione. Infatti dal momento che si deve attrezzare un costoso cantiere per effettuare i tagli delle foglie secche, si tende ad agire così radicalmente per limitare l’intervento prossimo venturo. Se i costi della pulizia fossero più abbordabili, magari si affronterebbe più volentieri una riproposizione in tempi brevi, lasciando parimenti che le palme con le loro belle foglie esaltino il panorama africano che sempre ha caratterizzato Bordighera.
Come si vede è sempre questione di vile pecunia nonché della mancanza di un qualche progetto specifico che miri ad ottenere facilitazioni per questo tipo di interventi.
La Compagnia della Palma.

La Redazione
24 marzo 2016

> Scarica questa News in versione .pdf



Galleria fotografica


<< Torna indietro


- Condividi

OKNOtizie Diggita Segnalo Fai.Informazione Digg Technorati Reddit Windows Live Rss Feed