Versione desktop / mobile

Bordighera: al via i lavori per la riqualificazione del Beodo. Il progetto

Bordighera: al via i lavori per la riqualificazione del Beodo. Il progetto

Al via in questi giorni i lavori di riqualificazione del Beodo diretti dall'Architetto progettista Roberto Burlando.
L'intervento, finanziato interamente con fondi regionali ed europei POR-FESR, interesserà il lungo tratto che da Via della Madonnetta raggiunge il ponte romano.
Un'opera da 578.509,20 euro, il cui appalto è stato aggiudicato dalla Masala Srl di Camporosso, con un ribasso in percentuale del 33,01% sui materiali.
Il cronoprogramma dei lavori parla di duecentodieci giorni di cantiere e i tempi andranno rispettati: la Regione Liguria, infatti, fa pressioni perché tutto venga concluso non più tardi del mese di settembre. Il motivo? Il finanziamento POR-FESR è al suo ultimo anno. E bisogna chiudere i conti.
Ma quale sarà l'aspetto del Beodo dopo i lavori di riqualificazione? "Verranno ricostruiti i muri franati", spiega il Geometra Agostino Breviglieri dell'Ufficio Tecnico, "Sarà mantenuto il percorso attuale con un allargamento massimo, solo in alcuni punti, di circa dieci centimetri". La pavimentazione verrà livellata "e coperta da uno strato di graniglino simile a quello già presente in alcuni tratti". Di quello che è l'attuale camminamento, dunque, rimarranno invariati solo i tratti che presentano l'acciottolato compresso. Spariranno, invece, le colate di cemento. Si potrà accedere al Beodo a piedi, in bici, in motorino e con trattorini gommati: il passaggio sarà vietato ai mezzi cingolati per evitare che questi rovinino la nuova copertura. A segnare il cammino, una serie di segnapassi lungo il percorso. Altre luci saranno sistemate a parete.
Continua Breviglieri: "Il tubo dell'acquedotto verrà interamente sostituito e sarà coperto da un cassonetto in acciaio corten, ovvero in lamiera dall'aspetto invecchiato".
Chi si addentrerà attraverso il Beodo, poi, avrà una piacevole sorpresa: in alcuni punti, così come in passato, si tornerà a vedere il vero beodo, l'acquedotto originale. Recuperato e protetto da una lastra di vetro in modo che non si sporchi.

Alice Spagnolo
18 Febbraio 2015



> Scarica questa News in versione .pdf



Galleria fotografica


<< Torna indietro


- Condividi

OKNOtizie Diggita Segnalo Fai.Informazione Digg Technorati Reddit Windows Live Rss Feed