Versione desktop / mobile

Bordighera: 20 Comuni hanno sottoscritto la carta del Santuario Pelagos, tutte le foto

Bordighera: 20 Comuni hanno sottoscritto la carta del Santuario Pelagos, tutte le foto

Si è svolta ieri, sabato 14 giugno 2014, la cerimonia della consegna delle bandiere del Santuario Pelagos, cerimonia che si è svolta al porto di Bordighera.
Dopo l’incertezza dei giorni scorsi, durante i quali la paura della pioggia lasciava poche speranze che tutto si svolgesse come da programma, Bordighera ha nuovamente stupito con un tempo splendido, almeno nella mattinata.
Dalle ore 10,30 circa, il porticciolo turistico si è animato, grazie alla presenza delle autorità civili e militari presenti, insieme ai cittadini. Un record assoluto, quello di ieri, un record che non facilmente potrà essere bissato: è la prima volta, infatti, che venti comuni insieme sottoscrivono la carta del Santuario Pelagos. Istituito in Italia dal Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio con il nome di Santuario per i mammiferi marini, il Pelagos è un'area marina protetta compresa nel territorio francese, monegasco e italiano, classificata come Area Specialmente Protetta di Interesse Mediterraneo.
Esso occupa una superficie marina complessiva di circa 87.500 km2. Il Comune di Bordighera, coadiuvato dalla biologa marina Dottoressa Sabina Airoldi (Istituto Tethys), che ha svolto un immenso lavoro, ha fortemente voluto che la cerimonia di consegna delle bandiere si svolgesse nella città. Un segno davvero importante, questo, per la ripresa di Bordighera e, soprattutto, per la tutela dei cetacei e dell’ambiente in cui vivono.
“Il nostro mare è la nostra più grande risorsa”, ha esordito il Sindaco Giacomo Pallanca, che ha introdotto la cerimonia, “Per questo è di primaria importanza la tutela del nostro mare e della ricchezza e varietà di specie che lo abitano”. Presente anche la Senatrice della Repubblica Donatella Albano che, con parole semplici e dirette ha espresso la sua gioia per l’iniziativa: “Sono davvero orgogliosa, come senatrice ma, soprattutto, come cittadina di Bordighera, di partecipare a questo evento”.
Ha poi preso la parola Sergio Scibilia, consigliere regionale, che ha insistito sulla necessità di creare un vero e proprio marchio, una nuova immagine che caratterizzi, nel mondo, il nostro territorio, unico nel suo genere e nella sua bellezza: “Abbiamo una risorsa unica al mondo”, ha affermato, “Dobbiamo e vogliamo valorizzarla utilizzando i fondi europei”.
Quali sono gli scopi del Santuario Pelagos? Quello di proteggere i cetacei, ovviamente, ma anche quello di promuovere la conoscenza di questi mammiferi marini, attraverso una pedagogia che avvicini i cittadini e i turisti a questo incredibile mondo ancora sconosciuto ai più. Sensibilizzare, dunque. Anche perché i problemi sono molti. Come ha ricordato Sabina Airoldi, le minacce che i cetacei vivono costantemente sono tante, e tutte legate all’uomo. Inquinamento ambientale e acustico, plastiche e microplastiche, traffico marittimo: i cetacei devono essere tutelati e protetti. Sottoscrivere la carta Pelagos e riceverne la bandiera non è un riconoscimento, ma un impegno. I comuni che hanno aderito devono assumersi impegni importanti per la tutela non solo di questi splendidi animali, ma anche del loro ambiente. Al contempo, proprio i cetacei e il mare, rappresentano una risorsa importante, fondamentale, per il nostro territorio.
Durante alcune pause si è esibito il Quartetto Novecento (Mirco Rebaudo, sax e clarinetto; Gianni Martini, fisarmonica; Massimo Dal Prà, pianoforte e arrangiamenti; Mauro Parrinello, contrabbasso).
La cerimonia di ieri, dunque, non rappresenta un arrivo, ma un punto di partenza, verso un futuro migliore per i cetacei, per il mare, per il commercio e per i cittadini tutti.
Ecco, di seguito, l'elenco dei Comuni presenti ieri con il proprioo primo cittadino o con un rappresentante, che hanno sottoscritto la Carta di Partenariato e che hanno ricevuto la bandiera Santuario Pelagos
- Comune di Bordighera- Giacomo Pallanca
- Comune di Bergeggi - Roberto Arboscello
- Comune di Borgio Verezzi - Renato Dacquino
- Comune di Camporosso - Davide Gibelli
- Comune di Celle Ligure - Caterina Mordeglia (Vice Sindaco)
- Comune di Cervo - Giordano Gian Paolo
- Comune di Chiavari - Orecchia Nicola (assessore)
- Comune di Cipressa - Costanzo Belgrano (assessore)
- Comune di Costarainera - Antonella Gandolfo
- Comune di Diano Marina - Giacomo Chiappori
- Comune di Finale Ligure - Ugo Frascherelli
- Comune di Imperia - Carlo Capacci
- Comune di Laigueglia - Sergio Zampieri (consigliere)
- Comune di Noli - Attilio Pastorino (funzionario)
- Comune di Ospedaletti - Paolo Blancardi
- Comune di San Bartolomeo - Valerio Urso
- Comune di San Lorenzo - Emanuele Gandolfo (consigliere)
- Comune di Spotorno - Mattia Fiorini (assessore)
- Comune di Taggia - Vincenzo Genduso
- Comune di Vallecrosia - Ferdinando Giordano
Sono intervenuti anche, tra gli altri, il Comandante di Vascello Dottor Aurelio Caligiore, rappresentante per il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Massimo Rosso (Fondazione Cima) Barbara Nani e Albert Sturlese (fondatori del primo whale watching in Italia), Fannie Dubois.
E' seguito l'alzabandiera al Monumento dei Marinai, a cura dell'Associazione Marinai in Congedo di Bordighera.
La mattinata si è conclusa con un party al Ristorante La Reserve per gli ospiti, istituzionali, militari e addetti ai lavori, assieme agli amministratori bordigotti, ed con un rinfresco, per tutti, nei pressi del cassero, curato dall'Associazione "U Risveiu Burdigotu".

La Redazione

15 giugno 2014

> Scarica questa News in versione .pdf



Galleria fotografica


<< Torna indietro


- Condividi

OKNOtizie Diggita Segnalo Fai.Informazione Digg Technorati Reddit Windows Live Rss Feed