Versione desktop / mobile

A margine delle ''Settimane'': l'anno trascorso - seconda parte

A margine delle ''Settimane'': l'anno trascorso - seconda parte

Dopo la pubblicazione della prima parte, il 16 dicembre scorso
http://www.bordighera.net/a-margine-delle-settimane-lanno-trascorso-prima-parte-n63697
ecco la seconda parte:
- Nell’analisi dell’anno trascorso, parte prima, abbiamo tralasciato di parlare di un capitolo a noi molto caro che riteniamo molto importante: “Bordighera città delle Palme!”
Una città che delle palme non è proprio più, dal momento che a partire dalla prima infezione del “Punteruolo rosso”, datata 2007, non si è fatto neppure poco, ma proprio nulla. Una epidemia che è continuata interessando le diverse qualità di palme, inesorabilmente attaccate, mentre nessuno ha trovato le giuste sensibilità per intervenire. E, sia chiaro, non bisognava farlo affidandosi alla buona volontà di pur tenaci volenterosi, ma chiedendo l’intervento dei maggiori esperti del settore. Pensiamo al CNR (Centro Nazionale delle Ricerche), al Ministero dell’Agricoltura, ad esperti di chiara e consolidata fama nel settore specifico, ecc. Invece hanno parlato tanto ed in molti, a volte millantando soluzioni miracolose per annichilire il perfido insetto, in altre occasioni abbattere le palme malate in sequenza, a scapito di un paesaggio che non sarebbe risultato poi più quello. Ad un certo punto si è arrivati alla rissa con schieramenti contrapposti per chissà quali diverse partigianerie.
Nessuno che ha cercato di fare sintesi, di cercare le giuste mediazioni, non foss’altro per mettere a punto una qualche sperimentazione utile per capire come affrontare il disastro. Non c’era arrivata l’Amministrazione Bosio, meno che mai i Commissari prefettizi i quali potevano far molto ma hanno preferito tenere quello che eufemisticamente chiameremo “profilo basso”; si è arresa, a questo punto si presume definitivamente, l’Amministrazione Pallanca la quale non ha accolto nessuna delle diverse sollecitazioni che le venivano da più parti ad intervenire. Risultato? tanti, troppi monconi oramai sterili, molte unità collassate ed un panorama unico al mondo irrimediabilmente compromesso. Morale: Bordighera sarà solo più nei calendari del passato la “Città delle Palme”.
2. continua.

Giancarlo Pignatta
19 dicembre 2016



> Scarica questa News in versione .pdf



Galleria fotografica


<< Torna indietro


- Condividi

OKNOtizie Diggita Segnalo Fai.Informazione Digg Technorati Reddit Windows Live Rss Feed